Guerra in Ucraina, a rischio le basi militari: nuovo sit-in per la smilitarizzazione di Monte San Cosimo

SULMONA – Il conflitto in Ucraina, perpetrato dalla Russia, continua a preoccupare non solo le popolazioni immediatamente vicine.

Nelle scorse settimane, infatti, secondo il Comitato locale per la pace, due navi da guerra russe sarebbero arrivate nel mare Adriatico, nei pressi della costa abruzzese.

Il riferimento dei pacifisti è alla corazzata “Ammiraglio Tributes” e all’incrociatore “Varyag”, dotato di missili in grado di colpire da 500 chilometri di distanza.

“Il governo italiano, fornendo armi all’Ucraina, ha trascinato di fatto anche il nostro Paese in guerra, in aperta violazione della Costituzione che sancisce il ripudio della guerra quale
soluzione dei conflitti internazionali – fanno notare dal Comitato – C’è il rischio concreto di una escalation che potrebbe portare all’impiego di armi nucleari. I più esposti sono i cittadini che vivono in zone dove sono presenti obiettivi militari strategici. Monte San Cosimo è uno di questi”.

Per questo sabato 17 settembre è stato fissato un sit-in per la pace in località Ponte La Torre per chiedere la smilitarizzazione di Monte San Cosimo.

Il ritrovo è alle 10:30 alla stazione ferroviaria di Sulmona.