Dopo gli Oss, sale la protesta di 1.300 infermieri

TERAMO- “La protesta degli operatori socio sanitari ha portato le direzioni strategiche delle Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Lanciano-Vasto-Chieti e Teramo a firmare le delibere aziendali per avviare le procedure di assunzione.

A spiegare la differenza tra le due situazioni che possono sembrare simili ma non lo sono è il direttore generale della Asl di Teramo Maurizio Di Giosia. “La situazione per gli infermieri è più complessa, perché mentre per gli Oss nessuno dei ricorrenti ha chiesto l’annullamento del concorso, e quindi la revoca delle assunzioni scatterebbe solo per singoli lavoratori, in questo caso ci sono due-tre ricorsi al Tar che chiedono di annullare la prova. Il che significa che, nel caso in cui i ricorrenti vincano, dovremmo annullare 90 assunzioni. A giorni avremo un incontro con il legale che ci segue la causa al Tar e vedremo se sarà possibile adottare un provvedimento temporaneo (fonte rete8)”.