Giostra, pronto il palio della XXVI edizione

SULMONA – Un salto all’indietro di tre anni. La Giostra Cavalleresca di Sulmona riprende da dove si era fermata e ritrova immutato l’affetto della gente e dei suoi sostenitori. Questa sera, nel cortile del palazzo dell’Annunziata, primo appuntamento dell’edizione numero ventisei, con la presentazione del palio. premio del borgo o sestiere vincitore delle gare cavalleresche che si disputeranno in piazza Maggiore il 30 e il 31 luglio. Un palio,. opera dell’artista friulano, Giordano Floreancig, certamente insolito quello della Giostra 2022. Protagonista del vessillo, infatti, la Regina di Giostra. Un volto a metà, quasi a prendere forma tra tratti di matita e colore. Tinte vivaci, fortemente espressive e, a far da cornice, gli stemmi ei sette Borghi e Sestieri della città. A presentare il palio il presidente della Giostra Cavalleresca, Maurizio Antonini, il confermato presidente della Fondazione Carispaq, Domenico Taglieri, il sindaco della città, Gianfranco Di Piero, e  Alessandro Erra – Gallerie d’arte ERRA,  gallerista dell’autore del Palio. “Siamo finalmente entrati nel vivo della ventiseiesima edizione della Giostra Cavalleresca di Sulmona”, ha affermato il presidente Antonini. “In questi mesi non ci siamo fermati, per preparare al meglio questa edizione, che abbiamo voluto curare in ogni aspetto, puntando molto sulla comunicazione per farla conoscere al meglio. Sarà un’edizione ricca di eventi collaterali, che ci accompagneranno verso i due giorni di gare. Le spese da affrontare saranno molte, speriamo di poter contare sul sostegno della Fondazione Carispaq, degli enti locali e sulla vicinanza degli sponsor.” Il presidente Taglieri ha assicurato la sua vicinanza alla manifestazione cittadina. “La Giostra ha raggiunto un livello altissimo”, ha detto, “ora bisogna puntare alla perfezione, magari anche attraverso l’individuazione di un direttore artistico. Mi emoziona sempre vedere la presenza di tante persone intorno alla Giostra e soprattutto di tanti bambini e il ragazzi, che sono il futuro della città. Perciò saremo vicini alla Giostra, perché possa ripartire anche la città.” “L’evento Giostra”, ha aggiunto il sindaco Di Piero, “ha ormai superato il quarto di secolo e non è facile trovare manifestazioni così sentire e partecipate come questa e con una cornice di pubblico giovane come questa. I giovani sono il futuro e nostro compito è quello di legare i l presente al futuro”. Parola, poi, al gallerista Erra, che ha selezionato l’autore del palio, assente alla presentazione per precedenti impegni. Erra ha messo in evidenza la novità dell’opera che, per la prima volta nella storia della Giostra, porta al centro l’immagine della Regina. Un non finito suggestivo che arricchisce di novità la serie dei palii di Giostra e che apre una riflessione anche sulla presenza delle figure femminili nel mondo dell’arte.  Il palio è stato realizzato in tecnica mista dal disegno al carboncino, pastelli a olio, collage, dripping, gocciolature, colori a olio, facendo inoltre ricorso, oltre che al pennello, anche alle mani e alla spazzola di una  scopa.  Nel corso della serata, condotta da Claudio Natale, sono state presentate anche le sfide preliminari che vedranno impegnati Borghi e Sestieri nelle due giornate di Giostra, Domani, alle 11:30, nella sala Consiliare del Comune di Sulmona, sarà presentato il programma completo della prossima edizione della Giostra Cavalleresca di Sulmona.