Punto nascita condannato e ospedale di base, Scoccia denuncia i piani di Marsilio

SULMONA – Sfuma il primo livello e non arriva la deroga per il punto nascita condannato a chiusura dal decreto Lorenzin.

La denuncia arriva dalla consigliera regionale, Marianna scoccia, che tira fuori il nuovo verbale del tavolo di monitoraggio sulla rete ospedaliera proposta della Regione Abruzzo. “Si segnala che il punto nascita di Sulmona è sub standard. La Regione Abruzzo ha chiesto due pareri di proroga, esitati entrambi in parere negativo”- si legge nel documento.
Lo scorso sabato il governatore, Marco Marsilio, si era detto fiducioso a Pratola Peligna sulla classificazione del nosocomio sulmonese. “Siamo ormai abituati alle bugie e alle fandonie della Giunta Marsilio”- tuona la Scoccia ricordando che l’ultima rete ospedaliera approvata risale al 2016, alla Giunta D’Alfonso, che ottenne la deroga per il punto nascita. “Ricordiamo la protesta che fecero nel corso dell’inaugurazione del nuovo ospedale (c’era anche la mia collega) nonché tutte le promesse in campagna elettorale. Questo vuol dire che la Giunta precedente non solo non voleva mortificare l’ospedale ma ha anche ottenuto le proroghe “- conclude la Scoccia in un video postato sui social.