Università S. Raffaele prima tra le telematiche e quinta tra i 98 Atenei italiani

ROMA – L’Università Telematica San Raffaele Roma si classifica prima per qualità della ricerca tra gli Atenei telematici e quinta tra tutto il sistema universitario nazionale. È quanto emerge dai risultati della VQR (Valutazione della Qualità della Ricerca) per il periodo 2015-2019, effettuata dall’Anvur (Agenzia Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) e presentata lo scorso 13 aprile agli Atenei.

La valutazione ha riguardato le Università Statali, le Università Private comprese le Università Telematiche e gli Enti di Ricerca. La classifica, determinata dall’indice R (che misura la qualità dei prodotti della ricerca dell’Istituzione rispetto alla qualità media di tutte le Istituzioni) colloca in graduatoria l’Università Telematica San Raffaele Roma, con un valore pari a 1.117, al primo posto tra le Università Telematiche e al quinto posto assoluto tra tutte le Università italiane.

Si tratta di un risultato di grande rilievo, che testimonia l’alta qualità del Corpo docente, che può avvalersi di laboratori di ricerca di grande livello, anche grazie alla convenzione con l’IRCCS San Raffaele. Questo dimostra che l’impegno dell’Università Telematica San Raffaele Roma non è soltanto rivolto alla qualità della didattica, costantemente indirizzata a forme innovative e finalizzata ad un più efficace trasferimento della conoscenza, ma anche a promuovere l’attività di ricerca, strumento essenziale per far crescere i giovani e il Paese.