Ospedale senza primari, la Asl bandisce 14 concorsi: solo uno per Sulmona

SULMONA – La Asl sforna ben 14 concorsi per altrettanti primari negli ospedali della provincia e a Sulmona tocca il solo bando per la medicina interna.

La selezione è stata pubblicata nella giornata di ieri sul sito istituzionale della Azienda sanitaria locale. Denuncia l’ennesimo squilibrio di forza lavoro la Fp Cgil, che suona la sveglia all’amministrazione comunale.

Dalla Asl, intanto, fanno sapere che a breve dovrebbero essere sbloccate le procedure concorsuali per il reclutamento del primario di cardiologia-Utic e per l’ortopedia e traumatologia. In stato di attesa resterebbe solo il punto nascita poiché, per l’ostetrica e ginecologia, si attende il parere del governo sul piano sanitario regionale, per il quale sono state chieste specifiche integrazioni.

Nelle scorse settimane la Asl aveva nominato il direttore di chirurgia generale, ovvero il dirigente medico Mauro Favoriti. Concorso chiuso da tempo per l’anestesia e rianimazione che in Vincenzo Pace ha trovato il suo primario. Ora si attende di riempire le caselle vuote, per dare sostanza e contenuti al nosocomio all’avanguardia, di ultima generazione, che rischia però di trasformarsi in una scatola vuota vista l’annosa e grave carenza di personale, primari compresi.

Oggi il sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero (che è anche dipendete Asl) dovrebbe incontrare il direttore generale.