QUARESIMA: LA CARITAS DI SULMONA-VALVA A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE IN UCRAINA

SULMONA – «Non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo a suo tempo mieteremo.

Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti» (Gal 6,9-10a)

Con la capitale Kiev sotto assedio e centinaia di migliaia di sfollati e rifugiati nei Paesi limitrofi, la situazione in Ucraina diventa sempre più grave, rischiando ogni giorno la catastrofe umanitaria.

All’indomani della chiusura dell’incontro “Mediterraneo frontiera di pace”, tenutosi a Firenze, durante il quale i Vescovi hanno chiesto ad una sola voce la pace, la Caritas italiana sta moltiplicando gli sforzi per fornire gli aiuti necessari, restando in contatto con la rete delle Caritas europee e rispondendo all’appello di Tetiana Stawnychy, Presidente di Caritas Ucraina e Vyacheslav Gryvnevych, direttore della Caritas Spes. “C’è un grande bisogno di unità e sostegno – ha spiegato quest’ultimo – di sentire che non siamo soli, che l’umanità è una grande famiglia e che il Signore è vicino e vede il sonno inquieto degli uomini, la preoccupazione delle madri, ascolta le preghiere degli anziani e il Suo cuore palpita all’unisono con in nostri cuori”.

Mentre le Caritas di Polonia, Moldova e Romania sono in prima linea nell’organizzazione dell’accoglienza, mettendo a disposizione posti letto, ascoltando la popolazione, assistendo gli sfollati nei loro bisogni primari, fornendo generi alimentari, prodotti per l’igiene e medicinali, la Caritas italiana, dopo un primo stanziamento di 100 mila euro, ha avviato una raccolta fondi per sostenere gli interventi di assistenza umanitaria ed emergenziale.

Anche la Caritas di Sulmona-Valva ha risposto all’appello, invitando tutta la comunità diocesana a partecipare alla raccolta fondi che durerà per tutto il Tempo di Quaresima e contribuirà a supportare le attività che Caritas italiana sta promuovendo in concerto con Caritas Europa e Caritas Internationalis.

Accoglie e rilancia inoltre l’invito che la Presidenza della CEI ha fatto a tutte le Chiese che sono in Italia a unirsi in una corale preghiera per la pace e ad aderire alla Giornata di digiuno indetta da papa Francesco per il prossimo 2 marzo, Mercoledì delle Ceneri per la conversione dei cuori e per invocare il dono della pace.

 

È possibile contribuire tramite:

Conto Corrente Postale 10562676

Conto Corrente Bancario IBAN IT 72U 05387 40802 0000000 64947

Intestato a: Caritas Sulmona-Valva

Causale: Europa/Ucraina