Ucraina, aiuti in denaro e sportello ricongiungimenti: il Comitato pace si mobilita

SULMONA – Aiuti in denaro, uno sportello per favorire i ricongiungimenti familiari e un’assemblea pubblica di sensibilizzazione. Queste le richieste del Comitato per la pace inviate al Comune di a Sulmona per fare qualcosa di concreto per il popolo ucraino.

“Nel ringraziare tutte/i coloro che hanno partecipato alla manifestazione di Sabato scorso abbiamo raccolto indicazioni circa il come renderci utili per dare concretamente una mano all’Ucraina – spiega Domenico Capaldo per il Comitato – Le esigenze emerse dalle donne Ucraine non sono tanto legate alla necessità di avere viveri o vestiti quanto piuttosto donazioni in denaro che possono essere utili per le esigenze della popolazione colpita da questo immane disastro causato dalle scelte scellerate della Russia di Putin. Nel ribadire la solidarietà espressa Sabato chiediamo, data la disponibilità del Comune di Sulmona, e la richiesta esplicita manifestata dalle donne Ucraine che si attivi urgentemente uno sportello per l’assistenza e l’accoglienza dell’immigrazione di quanti dovessero recarsi presso la nostra Città. Ora più che mai occorre fare rete tra tutte le Associazioni della Città e del Territorio per dare risposte concrete a bisogni concreti che cominciano a manifestarsi in maniera evidente. Anche favorire i ricongiungimenti eventualmente richiesti comporterà uno sforzo organizzativo e di presenza non da poco, per cui riteniamo che l’accoglienza e la gestione della emergenza che progressivamente si va manifestando si debba gestire con la massima partecipazione e condivisione. Si chiede quindi al Comune di Sulmona la convocazione urgente di una Assemblea Pubblica nella quale tutti i portatori di interesse ed i soggetti coinvolti facciano un percorso che non intralci ma risolva le esigenze manifestate dal popolo Ucraino”.