Verso il Giubileo 2025: incontro a Lanciano tra autorità e vescovo Fusco per Rete di progetti condivisi tra comunità ecclesiale e civile

LANCIANO – Creare una rete di progetti condivisi tra comunità ecclesiale e civile, nell’ottica del Cammino Sinodale. È stato questo il senso dell’incontro presso il Comune di Lanciano lo scorso giovedì, tra il Sindaco Filippo Paolini, l’assessore alla cultura sport e turismo Danilo Ranieri, l’assessore del Comune di Ortona Maria Giambuzzi e Mons. Michele Fusco, vescovo di Sulmona.

Evangelizzare per noi significa anzitutto accogliere l’ospite, colui che, generalmente è chiamato turista, portatore di profitto, noi lo vediamo dono e opportunità per il territorio.

E da quest’anno Mons. Fusco, ha deciso che gli incontri diventino itineranti e per dare così la possibilità di partecipare ai relativi ufficid dei Comuni: “L’idea base del progetto del Parco ecclesiale è di valorizzare e rendere fruibile al meglio il patrimonio liturgico, storico, artistico, architettonico, museale, ricettivo di un territorio, creando una rete che unisca Chiesa Istituzioni e operatori del settore. Ma per creare la rete è necessario che Chiesa e istituzioni si incontrino”.

Abbiamo condiviso l’idea dell’Ufficio Nazionale (https://turismo.chiesacattolica.it): creare una Pastorale integrata per mettere a disposizione le diverse risorse: Creare una rete di laboratori del Bene Comune per una Comunione di Progetti, condivisi tra comunità ecclesiale e civile. Il progetto, infatti, intravede una collaborazione tra istituzioni, imprenditori e terzo settore, affinché i territori diventino luoghi e l’ospite ne fruisca e ne contempli la bellezza, fino a decidere di fermarsi e di tornare per ampliare la sua esperienza sul territorio.

Oggi, in Abruzzo e Molise, il turista dopo aver visitato i luoghi religiosi dell’infinito, desidera gustare la straordinaria ricchezza e varietà delle risorse del luogo, facendo cammini, percorsi gastronomici e attività sportive.