I medici contro la centrale turbogas: rischi per la salute sono ingenti

SULMONA – Gravi rischi per la salute soprattutto dei bambini e delle persone in generale. Il Comitato medici Valle Peligna torna ad intervenire sulle questioni ambientali mettendo in guardia sulla centrale turbogas di imminente attivazione al nucleo industriale di Sulmona.

I medici Roberto Ranalli, Maurizio Cacchioni e il loro collega e consigliere comunale e provinciale Maurizio Proietti hanno ricordato gli effetti nocivi legati all’inversione termica e alla conformazione del territorio, che favorirebbero il propagarsi e lo stazionare delle sostanze inquinanti nell’aria.

”Conseguenze dirette di tutto ciò sono gravi patologie come tumori, leucemie e altre patologie cardiologiche e respiratorie”, hanno avvertito i medici.
Proietti, ponendo attenzione sulla pericolosità delle polveri sottili, fonte di malattie come cancro, leucemia, cardiopatia, asma bronchiale, ha annunciato un prossimo convegno che si svolgerà a Sulmona, su queste tematiche.

 

(Foto: Onda tv)