Covid, Marsilio: il sistema non regge, stop ai tamponi rapidi

SULMONA – “Ho chiesto ai ministri Gelmini e Speranza di poter smettere di fare tamponi a raffica sulle persone asintomatiche perché oggettivamente questo sistema non regge più in tutta Italia.

Tutte le Regioni sono disperate.

E’ impossibile fare un tracciamento quando i casi sono milioni e nel giro di una settimana andrebbe tracciata quasi tutta la popolazione”. Lo afferma il governatore dell’Abruzzo, Marco Marsilio, al termine della riunione dell’Unità di crisi regionale, a proposito dell’incontro odierno tra Governo e Regioni.

    “Stiamo cercando di incrementare al massimo possibile la capacità di vaccinazione – aggiunge – Il problema dei tamponi incide anche sulla vaccinazione. Non si è in grado di sostenere questa mole di casi positivi e di tracciamento e fare contestualmente la campagna vaccinale, gli screening. Oggi tutte le Regioni hanno sollevato questo problema, speriamo che questo dialogo sia servito ad aprire una riflessione nel Governo e con il Cts nazionale sulle regole, così da destinare risorse umane da attività oggi inutili e concentrarle dove c’è più bisogno”.