Violenza sulle donne, in 68 hanno chiesto aiuto nell’ultimo anno

SULMONA – Sono 68 le richieste di aiuto nell’ultimo anno e 504 dal 2008 al 2021 nel Centro Antiviolenza “La Libellula” di Sulmona, nella Casa Rifugio a indirizzo segreto “La Casa delle Donne” e, da alcuni anni, nel Centro Antiviolenza “Donna” di Castel di Sangro. Nel lockdown, poi, i casi di violenza sono più che raddoppiati. Come fa sapere il presidente della Cooperativa Horizon Service Gennarino Settevendemmie.

Loro sono amiche, mogli, compagne, fidanzate, o ex. Ma anche mamme, figlie o nipoti. Professioniste, casalinghe, studentesse o operaie. Italiane o straniere. Vittime di padri, mariti o fidanzati, nella maggior parte dei casi o in procinto di diventarlo. Perché non conosce distinzioni sociali, anagrafiche e geografiche la violenza di genere, i cui dati in preoccupante aumento, fanno da monito in una società avanzata, da un lato e testimoniano l’importanza delle campagne di sensibilizzazione dall’altro.

Dal 2008 al 2021 sono state effettate 504 prese in carico presso i due CAV gestiti dalla Cooperativa; nell’annualità 2021 il Centro Antiviolenza “La Libellula” di Sulmona ha effettuato 47 prese in carico, mentre presso il Centro Antiviolenza “Donna” di Castel Di Sangro sono state effettuate 21 prese in carico.

Osservando l’andamento delle prese in carico emerge, di anno in anno, un aumento progressivo degli accessi, dovuto anche alle azioni di diffusione e sensibilizzazione intraprese sul territorio e alla maggiore consapevolezza della problematica.

Il periodo della pandemia, che ha sicuramente amplificato la gravità di situazioni già in essere, ha rappresentato un forte fattore di rischio per l’aumento della violenza intra familiare: ipotizziamo che la mancanza di rapporti sociali e l’isolamento abbiano aumentato la fragilità e le condizioni di rischio delle donne e dei minori. Solo in Abruzzo le utenti che si sono rivolte al numero verde nazionale sono state 235, 100 in più rispetto all’anno precedente, mentre nella provincia dell’Aquila sono state 34, più del doppio rispetto all’anno precedente.