Boom Transiberiana, più di 5mila viaggiatori in autunno e quasi 14mila in sei mesi

SULMONA – Più di 5mila viaggiatori sui treni storici della Transiberiana d’Italia nei soli viaggi di questo autunno. Tira le somme della stagione appena conclusa l’associazione Le Rotaie, che cura i viaggi sulla tratta storica assieme a Fondazione Ferrovie dello Stato.

Nelle 20 partenze effettuate tra il 18 settembre e il 21 novembre, sono stati quasi 5100 i viaggiatori partecipanti, che vanno a sommarsi agli oltre 8400 della stagione estiva ripartita il 19 giugno e conclusasi il 12 settembre.
Sei lunghi mesi con 13500 viaggiatori totali, con una ripartenza decisa che è cresciuta e ha toccato il suo culmine nel pieno della stagione autunnale, divenuta ormai a pieno titolo il periodo più desiderato dai tanti appassionati e che a tutti gli effetti può ormai cestinare la definizione di “bassa stagione”.
“Questi numeri fanno ancora una volta e ancora di più capire l’impatto economico benefico che il turismo ferroviario produce nei territori interessati, dalla città di Sulmona, base di partenza e di soggiorno dei tanti viaggiatori provenienti da tutta Italia, a tutte le località di sosta del treno storico – spiegano dal sodalizio – Un 2021 difficile, pieno di incertezze ma anche di speranze, condizionato ancora molto dalla pandemia mondiale e che ora si appresta a vivere l’ultimo intenso mese con i treni dei mercatini di Natale, dal 27 novembre al 30 dicembre (con prolungamento al 2022 fino al 6 gennaio).
Il terreno seminato anni fa nell’indifferenza (se non della derisione) generale, è già da tempo un contesto produttivo reale, concreto, che fa affidamento su interlocutori e operatori di alto livello che non possono far altro che renderci orgogliosi del lavoro svolto, fino ad essere presi come esempio in altre parti del nostro Paese.

Un in bocca al lupo a tutti coloro che saranno al lavoro per questo periodo che ci attende, noi ci vediamo sabato 27 novembre per i primi due treni dei mercatini di Natale!”.