Primo consiglio dell’era Di Piero: Gerosolimo presidente e Santilli vice in contrapposizione alla sua coalizione

SULMONA – Cristiano Gerosolimo eletto presidente del consiglio comunale non all’unanimità, il cugino Andrea che prende posto in minoranza da remoto e Luigi Santilli che si autocandida a vice presidente dell’assise in contrasto coi suoi.
Questo in sintesi il dato politico emerso nella prima seduta di stamattina del consiglio comunale dell’era Di Piero.
La seduta, svoltasi a metà tra presenza e collegamento da casa per via del Covid, si è svolta un po’ in ordine sparso tra divisioni sia in maggioranza che in minoranza. Alla fine, però, Andrea Gerosolimo, candidato sindaco di Sulmona protagonista, ha preso il suo posto, a differenza delle supposizioni circolate nelle ultime ore.

Il presidente del consiglio è stato eletto al secondo scrutinio con 11 voti, cioè a maggioranza assoluta e non più qualificata (ai due terzi al primo turno), con la coalizione Sulmona protagonista e VittorioMasci che si sono astenuti.
“Sarò il primus inter pares – ha detto il neo presidente molto emozionato – E lavorerò perche tutti i consiglieri si sentano garantiti dal mio ruolo”.

Gerosolimo ha quindi proseguito la conduzione della seduta consiliare, che era stata aperta da Teresa Nannarone, consigliera più “anziana”.
Sorpresa anche nell’elezione del Vice Presidente del Consiglio Comunale. Con 11 voti è stato scelto Luigi Santilli che si è autodesignato dopo l’indicazione di voto per Salvatore Zavarella di Sulmona Protagonista (prendendo le distanze dalla sua coalizione).

”Non sarò la stampella della maggioranza”, ha però chiarito Santilli, spiegando di aver concordato tutto con la lista I Democratici.

Sono stati poi eletti come segretari d’aula Antonella La Gatta per la maggioranza e Franco Di Rocco per la minoranza.

Si è arrivati, poi, al giuramento del sindaco, Gianfranco Di Piero, che ha ricevuto la fascia tricolore. “Inizia la fase d’ascolto e dell’azione – ha esordito – di discorsi ne abbiamo fatti tanti, ora è il momento di agire. Io avverto tutto l’onore e l’onore del compito che ricopro, come sono sicuro sarà per coi colleghi consiglieri, anche perché la città viene da una crisi senza precedenti, acuita dal Covid”.

Si è poi passati alla designazione dei componenti della commissione elettorale: Claudio Febbo e Jacopo Lupi per la maggioranza e Salvatore Zavarella per la minoranza.