Tribunale, gli avvocati sollecitano il neo sindaco

SULMONA – Il Csm pubblica il bando per reperire il capo della Procura di Sulmona, facendo tirare un sospiro di sollievo sulla permanenza del tribunale e degli uffici di giustizia.
Questo, però, non ferma la battaglia su palazzo Capograssi, col presidente dell’Ordine degli avvocati, Luca Tirabassi, che investe della questione il neoeletto sindaco Gianfranco Di Piero.
“Desidero congratularmi con Gianfranco di Piero per la sua elezione a nuovo Sindaco di Sulmona e, al contempo, rivolgere un sentito ringraziamento al Sindaco uscente, Annamaria Casini, per l’impegno, puntuale e costante, profuso, di concerto con l’Ordine Forense, nelle attività finalizzate alla salvaguardia del Tribunale – dice Tirabassi – Su questo fronte, se è vero che negli ultimi giorni abbiamo potuto registrare alcuni dati confortanti, tra i quali la sollecita pubblicazione, ad opera del CSM, del bando per la Dirigenza della Procura della Repubblica di Sulmona, oppure l’impegno, ribaditoci giovedì scorso in Senato dal Presidente della Commissione Giustizia Andrea Ostellari, a calendarizzare e discutere, quanto prima, i noti disegni di legge presentati sia per la concessione di una ulteriore proroga, sia per il recepimento di soluzioni che garantiscano nel tempo il mantenimento dei Tribunali di Sulmona, Avezzano, Lanciano e Vasto, è altrettanto vero che il tempo oramai stringe sempre di più. Confido, dunque, che anche con il supporto della nuova Amministrazione comunale e del Sindaco Di Piero in prima persona, si possa efficacemente esortare la politica nazionale a passare, il più rapidamente possibile, dalle incoraggianti ed apprezzate parole di solidarietà e condivisione delle ragioni, oggettive e razionali, che militano in favore di un profondo ripensamento della geografia giudiziaria abruzzese, così come concepita dal Governo nel 2012, alla approvazione di provvedimenti normativi idonei a scongiurare, per tempo, la chiusura del nostro Tribunale, a tutt’oggi prevista per il 14 settembre 2022”.