GLI OMAGGI A FRANCO SUMMA E VENCESLAO DI PERSIO APRONO IL 48° PREMIO SULMONA  

SULMONA – Con gli omaggi all’artista abruzzese Franco Summa e al fondatore del Museo dell’Ottocento di Pescara, Venceslao Di Persio, si apre domani, sabato 25 settembre, alle ore 17, nel Polo Museale Civico Diocesano nell’ex convento di Santa Chiara in Piazza Garibaldi n. 76 a Sulmona (L’Aquila), il 48° Premio Sulmona, Rassegna Internazionale d’Arte Contemporanea “Gaetano Pallozzi”.

Un’edizione particolare, che torna in presenza dopo quella online dello scorso anno resa necessaria dalle misure di prevenzione del Covid-19. Il presidente del Circolo di arte e cultura “Il Quadrivio”, Raffaele Giannantonio ha annunciato per questa edizione, che vede la presenza di oltre 50 artisti provenienti dall’Italia e dall’estero, una serie di novità, a partire dal ritorno dei premi in denaro per i primi classificati, che doneranno così la loro opera alla Pinacoteca Comunale.

Durante la manifestazione, condotta dalla giornalista RAI Maria Antonietta Spadorcia, dopo il saluto delle autorità, verranno resi omaggi al grande artista abruzzese Franco Summa, recentemente scomparso, e ai protagonisti delle fasi di nascita del Premio, Angelo Maria Scalzitti, Olindo Pelino e Gaetano Pallozzi. Un particolare riconoscimento verrà riservato all’imprenditore Venceslao Di Persio, artefice del Museo dell’Ottocento di Pescara, inaugurato proprio nei giorni scorsi.

L’architetto e artista Franco Summa, scomparso nel luglio dell’anno scorso, è considerato da tutti un vero e proprio artista urbano, e dalla metà degli anni ‘60 aveva sviluppato una ricerca artistica incentrata sul rapporto uomo-ambiente, che ha trovato negli spazi urbani uno specifico campo di intervento. Nato a Pescara, conseguita la Maturità Classica, aveva frequentato la Facoltà di Lettere nell’Università di Roma laureandosi in Lettere Moderne (indirizzo Storia dell’Arte) con una tesi in Estetica. A partire dal 1968 ha realizzato, in varie città, numerose opere ambientali sia temporanee che stabili. La sua prima presenza in manifestazioni artistiche significative risale al 1964, con la partecipazione, su invito di Giulio Carlo Argan, alla mostra Strutture di Visione di Avezzano. A questa sono seguite molte altre mostre in Italia e all’estero.

Il 48° Premio Sulmona omaggerà anche Venceslao Di Persio, artefice del Museo dell’Ottocento. Al mecenate pescarese verrà infatti riservato un particolare riconoscimento per la prestigiosa struttura culturale inaugurata lo scorso 18 settembre a Pescara.

Purtroppo le indicazioni normative straordinarie hanno determinato una drastica riduzione dei posti destinati al pubblico. Gli interessati a prendere parte alla cerimonia dovranno quindi inviare un’e-mail di prenotazione all’indirizzo premiosulmonaofficial@gmail.com. A coloro che avranno effettuato detta prenotazione verrà inoltrato, fino ad esaurimento dei posti disponibili, un invito valido per una sola persona. Sempre secondo la normativa vigente l’accesso sarà consentito esclusivamente ai possessori di green pass o di referto negativo a tampone effettuato entro le 48 ore precedenti.