Finiti i lavori alla chiesetta di Roncisvalle

SULMONA – Viene restituita alla città la chiesa tratturale di Santa Maria di Roncisvalle, dopo i lavori architettonici e sull’affresco del portalino con la riqualificazione dell’area di accesso.
Soddisfatta l’assessore alla Cultura Manuela Cozzi.

”Ringraziamo la Sovrintendenza che ha consentito questo prezioso recupero, atto a ripristinare la funzionalità della struttura che versava in condizioni di depauperamento da anni – interviene – E’ un’operazione preziosa che ha permesso non solo un primo importante restauro della chiesa, ma di sottolinearne l’importanza lungo il tratturo. In questo momento tali percorsi tornano di grande attualità dopo il riconoscimento dell’Unesco a Patrimonio Immateriale della Transumanza. Come amministrazione  continua il nostro impegno per l’ottenimento del riconoscimento anche dei Tratturi come Patrimonio Materiale dell’Umanità, nell’ambito di un partenariato internazionale di cui Sulmona è capofila per l’Abruzzo e la Regione è capofila di altre nove italiane. Questo significa  recuperare non solo la storia e la cultura, ma anche tangibili segni materiali, architettonici, artistici e funzionali, legati alla fruizioni dei percorsi, un tempo solo pastorali, oggi invece destinati ad un turismo lento, volano di una nuova economia per il territorio”.

La chiesa sarà inaugurata il 9 settembre alle ore 10 in via Tratturo, occasione questa per una sinergia con la delegazione di Sulmona dell’Accademia Italiana della Cucina per il conferimento di un premio al “pastore filosofo del terzo millennio”.