Ramunno termina l’esperienza in Provincia con 15 milioni di euro per le strade, 2 per le scuole e il rammarico del De Nino Morandi

SULMONA – Più di 15 milioni di euro per la viabilità e oltre 2 milioni per le scuole. Il bilancio sull’ultima amministrazione della Provincia lo traccia Andrea Ramunno, che chiude la sua esperienza dopo la celebrazione dell’ultima assise. Un lungo elenco di interventi e finanziamenti con il “rammarico” del De Nino-Morandi, che compirà i sette anni di chiusura ad ottobre.

“Ho il rammarico di non veder partire i lavori dell’istituto De Nino-Morandi dopo che in questi 2 anni ho seguito settimana dopo settimana i lavori del progettista e Provveditorato alle Opere Pubbliche. È stato convocato il Comitato Tecnico Amministrativo e si andrà a gara a breve”- spiega Ramunno. I tempi continuano ad essere incerti per la popolazione scolastica che riprenderà l’anno scolastico, per il settimo anno di fila, a Pratola. Sull’edilizia scolastica,  tra adeguamenti anticovid e antincendio, oltre all’efficientamento energetico dei due istituti sulmonesi “Vico” e “Mazara”, sono stati erogati circa 2 milioni di euro per le scuole peligne. 10 milioni  di euro sono stati invece stanziati per il rifacimento dell’asfalto sulla strada Frentana, la Morronese nei tratti di Badia e Fonte d’Amore, e le strade provinciali di Introdacqua, Cavate, Torrone, Vallecorvo, Bugnara, Passo San Leonardo, Scanno e Cocullo. Altri 5 milioni sono stati programmati per il prossimo anno.