INCONTRO CON IL PROF. BARONE PER LA 54a MISSIONE IN CONGO CON IL NOBEL PER LA PACE MUKEWGE

SULMONA – Si è tenuto stamattina un incontro con la stampa presso “La Cantina di Biffi” con il prof. Francesco BARONE, che ha relazionato sulla sua ultima missione umanitaria in Congo, la 54a. In questa occasione ha incontrato il Premio Nobel per la Pace 2018 dr Denis MUKWEGE (foto) e si è confrontato con lui sui temi della pace, della lotta alla povertà e dei diritti umani. Barone  ha ricevuto da Mukewge un Documento di stima, che riportiamo qui al termine dell’articolo in virgolettato.

L’evento di questa mattina è stato organizzato dall’Associazione Culturale Futile Utile, con Ennio Bellucci e dall’Ass.ne Help senza confini con Nino Di Tillio (foto di copertina). Presenti anche il Vescovo Mons. Michele Fusco, il Sindaco e alcuni rappresentanti del locale Lions Club.

Barone durante la sua permanenza a Goma ha consegnato tonnellate di riso, fagioli, olio e sapone. Ha stipulato un accordo con i medici di un ospedale del quartiere povero Russayo, garantendo sostegno e finanziamenti per il reparto di pediatria e maternità.

I medici assicurano in modo gratuito, accoglienza, cure, interventi chirurgici e condizioni di sicurezza per le donne in gravidanza, per le partorienti e i neonati. Inoltre impegno a curare le donne vittime di violenze.

Barone ha consegnato un attestato a Bienvenu Lazio e a Njovu Rachel Balegamire, due ingegneri impegnati e schierati a difesa dei più deboli. Ha distribuito infine cibo, medicine, vestiti e caramelle ai bambini dell’orfanatrofio “Mama Wa Wote”.

In conclusione dell’incontro sulmonese, è stato ricordato l’ambasciatore italiano Luca ATTANASIO, ucciso in un attentato proprio vicino Goma nel febbraio scorso. Iniziative per tenere vivo il suo ricordo e la sua opera saranno realizzate nei prossimi mesi.

TESTO DEL DOCUMENTO: “Alla fine del mio incontro con il Professore Francesco Barone, sono di nuovo toccato profondamente dal suo impegno a fianco delle popolazioni deprivate, e in particolare a fianco dei bambini, qui, nella RDC.

La sua opera è una fonte di ispirazione.
Ci richiama alla nostra umanità. Ci ricorda che tutti noi abbiamo la capacità di contribuire a costruire ponti al posto di muri.
Ci chiama ad impegnarci a costruire un mondo più giusto dove tutti gli abitanti del nostro pianeta potrebbero vivere nella loro dignità. In ciò, il Prof. Francesco Barone cammina sulle orme del compianto Luca Attanasio. Ambasciatore d’Italia nella RDC, vigliaccamente ucciso il 22 febbraio 2021 nel Nord-Kivu. Noi conserviamo di lui nobili ricordi di un umanista impegnato. Ogni volta che è venuto a farmi visita qui all’ospedale di Panzi, ci confrontavamo sui nostri progetti di sviluppo, e soprattutto sui progetti di costruzione di pace duratura nella RDC e nella regione dei Grandi Laghi Africani, progetti che sostenevamo insieme.
L’Italia è grande per la solidarietà delle sue figlie e dei suoi figli.

Auguriamo coraggio e successo al Prof. Francesco Barone e sull’esempio di Sua Eccellenza l’Ambasciatore Luca Attanasio, gli garantiamo la nostra fraternità e la nostra amicizia”. (Dr. Denis Mukewge, Bukavu 27.7.2021).