Covid, la variante Delta sbarca in Centro Abruzzo

SULMONA – La temuta variante Delta sfonda la “barriera” del Centro Abruzzo. È stata accertata, infatti, sulla donna afgana, ospite della base militare di Roccaraso, ricoverata nei giorni scorsi nell’ospedale Santissima Annunziata di Chieti. Il gruppo dei collaboratori afghani fortunatamente, per il rigido protocollo approntato a tutela della loro incolumità, non ha alcun contatto con la popolazione. Si attende l’esito del secondo ciclo di test svolti. Nella giornata di oggi nel frattempo nessun nuovo caso è stato messo a referto anche se a Sulmona si potrebbe aprire un nuovo fronte tra i giovanissimi poiché almeno due giovani, legati a un’attività del centro storico, sono risultati positivi al test antigenico rapido. In queste ore i potenziali contatti stretti si stanno sottoponendo al test per i controlli del caso. Nelle prossime ore il quadro sarà sicuramente definito. Il rischio di un possibile nuovo focolaio è un campanello d’allarme, soprattutto per l’incognita della variante in circolazione. Sulla carta il quadro epidemiologico non cambia rispetto a ieri. I sorvegliati dalla Asl sono 49 mentre gli attuali positivi  12 così domiciliati: 5 Roccaraso (extra Asl), 2 Prezza, 1 Sulmona, 1 Pratola, 1 Pacentro, 1 Corfinio e 1 Raiano (extra Asl).  Sul fronte della vaccinazione oggi sono state programmate per l’inoculazione 144 dosi a Sulmona, 217 a Pratola e 31 a Castel Di Sangro.