Concluso il Premio Nazionale Pratola: celebrate la pace e la solidarietà  

SULMONA – Il Premio Nazionale Pratola ha celebrato la pace e la solidarietà nella seduta di chiusura dello scorso fine settimana. Grandi personalità del panorama italiano hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento in quella che è diventata una delle manifestazioni più seguite in Abruzzo.

Lo scorso 25 giugno “la kermesse delle eccellenze” è andata in scena presso la struttura Santacroce Meeting di Sulmona. Una XI Edizione all’insegna della pace e della solidarietà, accompagnata da tutte le sezioni che hanno da sempre contraddistinto la manifestazione peligna: Giornalismo d’inchiesta, Letteratura, Musica, Carta Stampata, Economia, Lavoro, Spettacolo, Sport. Non sono mancati altri importanti riconoscimenti in diversi ambiti a realtà ed aziende del territorio peligno. Nata nel 2012, La Kermesse abruzzese, curata da Ennio Bellucci (già giornalista Rai) e Pierpaolo Bellucci, (giornalista e presidente dell’Associazione organizzatrice Futile Utile), ha registrato nel corso degli anni lusinghieri risultati in termini di presenze e interesse dei media nazionali e locali. L’evento è realizzato con l’alto patrocinio della Regione Abruzzo e il patrocinio della Provincia dell’Aquila e del Comune di Pratola.

Nell’anno del decennale del Premio l’Associazione Futile Utile ha voluto dare grande rilievo e spazio a personalità ed enti che nel loro lavoro sono quotidianamente impegnati verso la tutela di fondamentali valori e nell’aiuto dei più deboli.

Ad Hafez Haidar, poeta, scrittore, traduttore, di origini libanesi, è andato il premio per la Sezione Pace e Solidarietà. Il prof. Haidar è stato candidato al Premio Nobel per la Pace negli anni 2016 e 2017 e nel 2018 candidato al Premio Nobel per la Letteratura. Da anni è impeganto a favorire in campo internazionale il dialogo interreligioso e pacifico tra popoli di culture diverse. “Quest’anno abbiamo voluto fare le cose in grande – spiega Pierpaolo Bellucci, presidente dell’Associazione Futile Utile – In occasione del decennale abbiamo puntato su nomi conosciuti a livello nazionale che rappresentano un punto di riferimento nel loro lavoro, ma anche su iniziative del nostro territorio che meritano un riconoscimeto”.

A Sigfrido Ranucci è stato attribuito il premio per il Giornalismo D’Inchiesta. Autore e conduttore del programma Rai Report, da anni si occupa dei casi più delicati della recente storia del nostro Paese, come il traffico illecito di rifiuti e la mafia. Alla Caritas diocesana di Sulmona, il riconoscimento per la Sezione Solidarietà. L’Ente si dedica da sempre ad attività di aiuto delle comunità bisognose e in questo difficilissimo momento, contraddistinto dal virus, ha confermato ulteriormente la vicinanza alla popolazione della diocesi. Ad essere meritatamente premaita è stata poi la Onlus Pink Pratola. L’associazione di volontariato, tutta al femminile, che promuove tante iniziative per la prevenzione del cancro al seno e l’aiuto delle donne che affrontano con coraggio la loro malattia.

Alla scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio ha ricevuto il riconoscimento per la Sezione Letteratura. Con il romanzo L’Arminuta (2017) tradotto in piú di 25 paesi, ha vinto, tra gli altri, il Premio Campiello. Il suo ultimo romanzo, Borgo Sud, è entrato nella cinquina dei finalisti del Premio Strega 2021 del prossimo luglio. Ampio spazio alla Carta Stampata, con le premiazioni di Angelo De Nicola, caposervizio della Cronaca dell’Aquila per il quotidiano Il Messaggero. Per la Sezione Regia Televisiva ad essere premiato è stato Claudio Del Signore. Originario di Sulmona, regista storico del programma Rai, Report, ha un’esperienza trentennale nel settore. È autore di numerosi Format-Tv. “ L’ass. Futile Utile – sottolinea il presidente Bellucci – ha voluto fare uno sforzo in più proprio in questo particolare momento, a cominciare da chi ha presentato la manifestazione con la sua verve comica, Gabriele Cirilli, per continuare poi con il parterre degli ospiti di grande prestigio e importanza ”. Come Vanessa Gravina, premiata per la Sezione Spettacolo. Attrice di cinema, teatro, tv, tra le più seguite in Italia. Ha lavorato con registi come Marco Risi, Alberto Lattuada, Armando Pugliese, Pino Strabioli, Patrick Rossi Gastaldi, Liliana Cavani.

La Sezione Musica ha visto protagonisti la cantante pop jazz aquilana Simona Molinari e il tenore e musicista pescarese, Piero Mazzocchetti. Cantautrice tra le più apprezzate nel panorama italiano, la Molinari, negli anni ha portato i suoi spettacoli nei teatri e nei jazz club più importanti d’Italia e del mondo. Mazzocchetti, cantante, tenore, artista eclettico, riconosciuto in campo europeo come uno dei principali interpreti del genere crossover, si è esibito con i grandi della musica. Numerose sono le sue performance in campo internazionale. Ha da poco incisio, proprio insieme a Gabriele Cirilli, una hit per l’estate, diventata un vero “tormentone” che sta spopolando in questi giorni sui social, sulle radio e tv nazionali e locali.

Per il Giornalismo Televisivo il riconoscimento è andato a Enzo Romeo. Caporedattore e vaticanista del Tg2. Si è occupato dei principali avvenimenti internazionali degli ultimi anni e dei pontificati di Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. Il campione olimpico di pallanuoto e allenatore Amedeo Pomilio, ha ricevuto il premio per la Sezione Sport. È uno dei pallanuotisti più titolati di sempre. Sotto la guida di Ratko Rudic ha conquistato con il Settebello il Grande Slam (Olimpiadi, Mondiale ed Europei). Ad Adriano Monti Buzzetti Colella è andato il riconoscimento per la Sezione Giornalismo Televisivo. È attualmente Vice Caporedattore della Redazione Cultura del TG2. Conduce la rubrica TG2 Weekend. Dulcis in fundo un tocco di dolcezza, appunto, con la premiazione di Apicoltura Colle Salera per la Sezione Economia e Lavoro. Produttori di mieli biologici monoflora di pregiata qualità, conosciuti in ambito internazionale e più volte premiati in concorsi di settore.