Terminato il restauro, le storiche lanterne dell’Annunziata tornano al loro posto

SULMONA – Sono state restaurate le 18 lanterne storiche,  16 delle quali poste sul plateatico di Palazzo dell’Annunziata, e 2 su quello della Rotonda di San Francesco che verranno riposizionate nella loro sede originaria nei prossimi giorni. Il restauro sarà presentato venerdì 18 giugno alle ore 20, nell’ambito della manifestazione AbWine (organizzata da TerraAdriatica e dal delegato Ais Sulmona Elisa Colella),  alla presenza del sindaco Annamaria Casini, del presidente Asp2 Provincia dell’Aquila Armando Valeri, del  vicepresidente Ance l’Aquila Marco Tirimacco, che ha finanziato gran parte dell’intervento, e Antonio Neri della società Neri spa, specialista nel restauro di elementi artistici in ghisa, che ha eseguito il recupero su specifico progetto del restauratore Nevio Albini, sotto l’egida della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio, che sarà presente con il funzionario responsabile.

“La riqualificazione rientra nel più ampio progetto di efficientamento energetico della pubblica illuminazione, avviato in questi anni dall’amministrazione comunale  e il restauro delle antiche lanterne di ghisa e vetro si è reso necessario a causa della fatiscenza in cui versavano. Restituiamo alla città, come avevamo promesso,  le storiche lanterne restaurate e messe in sicurezza. Malgrado la complessità dell’iter, sono particolarmente orgogliosa di un percorso condiviso con l’Asp 2,  che ha consentito di restituire alla città un pezzo della nostra storia, grazie all’ Ance L’Aquila, in particolare a Marco Tirimacco che ha sposato fin da subito questo importante progetto mostrando un’autentica spiccata sensibilità al tema della conservazione del nostro prezioso patrimonio culturale ed identitario per la nostra città. Un altro gesto significativo di concreto senso civico e appartenenza alla comunità. Ringrazio la Soprintendenza che ha seguito il percorso con molta disponibilità e passione” E’ quanto afferma il sindaco Annamaria Casini.
Il Presidente Asp2 Armando Valeri: “Il restauro delle lanterne, effettuato dalla ditta Neri, è giunto al termine. Il prezioso risultato è stato raggiunto attraverso un lavoro sinergico con il Comune di Sulmona, l’Ance L’Aquila e la Soprintendenza. Colgo l’occasione, dunque, per ringraziare gli attori principali che hanno svolto un proficuo lavoro per il raggiungimento di un obiettivo importante per l’intera città”.Il vicepresidente Ance L’Aquila Marco Tirimacco dichiara: “I Costruttori di ANCE territoriale di Sulmona sono orgogliosi di potersi rendere utili alla comunità di Sulmona.  Lasciare un segno positivo nell’azione di  conservazione di monumenti storici ed  identitari è per noi un’opportunità non solo per ribadire l’impegno di carattere sociale del nostro sistema associativo e del nostro mestiere più in generale, ma di affermare una vicinanza di visione verso una missione estetica e funzionale di quella moderna edilizia a cui oggi le nostre imprese si ispirano. Un’edilizia  compatibile con la storia e l’ambiente, grazie anche alle nuove tecnologie che vanno incontro alle migliori ambizioni delle amministrazioni più illuminate”.  Afferma Antonio Neri: “Il restauro delle lanterne è stato eseguito da Neri spa di Longiano (FC). Azienda leader nel campo dell’illuminazione è specializzata anche nel recupero di elementi storici. Ha restaurato i pali di Venezia, Bologna, Trieste, Torino, Dublino – solo per citare le città più importanti. Le lanterne di Sulmona sono una felice eccezione in quanto difficilmente i corpi illuminanti si conservano nel tempo”.