Centrale, Comune pronto a trattare con Snam e Comitati sul piede di guerra

SULMONA – Scadrà il prossimo 7 giugno il ricorso contro l’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) concessa dal ministero della Transizione Ecologica per l’esercizio della centrale di compressione di Sulmona, ma dal Comune di Sulmona giungono notizie non confortanti. A sentire gli ambientalisti del Comitato No hub del gas, infatti, l’assessore all’Ambiente Manuela Cozzi avrebbe fatto sapere di non essere così convinti di presentare il ricorso anche perché in giunta ci sarebbe chi sarebbe pronto ad intavolare una trattativa con la Snam per l’istallazione della centrale.

Per questo i Comitati cittadini per l’ambiente hanno inviato una lettera aperta al sindaco di Sulmona Annamaria Casini – dopo diversi tentativi andati a vuoto di incontrarla – per avere risposte chiare e concrete dall’amministrazione.

Il fatto è che, a tutt’oggi i cittadini non sanno ancora se l’amministrazione comunale da lei guidata intende presentare ricorso oppure no. I segnali che ci sono giunti finora non sono affatto rassicuranti – spiegano i Comitati – Abbiamo avuto due incontri con l’assessore all’ambiente Manuela Cozzi : Il  primo il 19 aprile in occasione del quale abbiamo esposto all’assessore le ragioni che sul piano legale potrebbero essere alla base della impugnazione del decreto del ministro Cingolani; non avendo più avuto notizie al riguardo, abbiamo richiesto un secondo incontro all’assessore Cozzi,  incontro che c’è stato il 17 maggio scorso. Nell’occasione l’assessore ci ha detto che esisterebbero delle forti perplessità da parte dell’amministrazione attiva  in merito alla volontà di presentare ricorso e addirittura che qualcuno, all’interno della giunta comunale, sarebbe orientato ad aprire una trattativa con la Snam per chiedere un ristoro economico in cambio dell’accettazione della centrale.

Comprenderà bene che quanto riferitoci dall’assessore Cozzi ci ha lasciati allibiti. Dopo il vergognoso voltafaccia del Presidente della Regione Marco Marsilio,  se davvero questa fosse la posizione del Comune di Sulmona, la lotta che impegna i cittadini da ben 13 anni subirebbe un colpo tremendo da parte di chi, come lei, questa lotta ha sostenuto ed anzi si è impegnata a condurre fino all’ultimo quando, in occasione della campagna elettorale del 2016, ha sottoscritto un documento in tal senso insieme a tutti gli altri candidati a sindaco”.