OPERAZIONE ANTIMAFIA NIGERIANA: D’ERAMO PLAUDE ALLE FORZE DELL’ORDINE RICORDANDO IMPEGNO DELLA LEGA

L’AQUILA – È stata definita dagli inquirenti una “criminalità economica con modalità moderne” che attraverso frodi informatiche, produceva operazioni di riciclaggio in beni mobili e immobili. Una economia parallela globale a danno del sistema economico italiano.

L’indagine è partita da L’Aquila, divenendo il fulcro dell’inchiesta “Hello Bross” della Procura distrettuale Antimafia, e di qui si è poi sviluppata in altre 13 province italiane.

A tal riguardo  il Coordinatore regionale della Lega, Luigi D’Eramo, ha scritto: “Alla Polizia, alla Direzione distrettuale antimafia e alla Procura dell’Aquila vanno i più sentiti ringraziamenti per la maxi operazione che ha sgominato un’organizzazione mafiosa nigeriana, radicata in diverse regioni italiane e anche in Abruzzo; una rete criminale molto pericolosa che operava su diversi fronti, con gravissime ripercussioni sulle comunità”.

“Al di là dell’encomiabile lavoro di indagine portato avanti da forze dell’ordine inquirenti, non si può non rilevare la gravissima circostanza della presenza di così pericolose frange criminali nel nostro Paese e addirittura nel territorio regionale. Questioni su cui la Lega ha sempre prestato un’attenzione massima e, senza ombra di dubbio, proseguiremo sempre la nostra battaglia contro ogni mafia e contro ogni criminalità, chiedendo a gran voce e operando fattivamente per garantire sempre il diritto alla sicurezza”.