Liceo classico, affidati i lavori dopo 12 anni

SULMONA – E’ stata aggiudicata la gara di appalto per i lavori al liceo classico Ovidio. Sarà la ditta sulmonese Salvatore e Di Meo, la stessa che oggi ha aperto il cantiere nella scuola media Serafini, ad occuparsi degli interventi da 4,2 milioni di euro.

La commissione giudicatrice ha assegnato alla società di Sulmona il punteggio di 97,27 punti e ha dovuto riammettere anche la Edile Co, dopo il ricorso al Tar del 7 aprile scorso, assegnandole il secondo posto.

Si inizia a vedere la luce, dunque, nel tunnel lungo 12 anni che ha ingoiato i lavori del liceo classico di piazza XX Settembre e le speranze degli studenti di tornare a studiare nella scuola che ha formato intere generazioni, all’ombra della statua di Ovidio.

Qualche ulteriore intoppo sul cammino potrebbe arrivare proprio dalla ditta arrivata seconda, che ha già fatto richiesta di accesso agli atti.

La procedura prevede ora la redazione del progetto esecutivo e l’apertura del cantiere probabilmente dal prossimo anno. Per l’appalto integrato sei imprese si sono fatte avanti: Edil Co/Esse Ingegneria,  Salvatore & Di Meo (insieme alla Meg Costruzioni) e la Benedetto Zappa di Sulmona; la Fratelli Navarra, l’Ati Spaccia/Tecnostrade e l’Ati Cioci/Coid.

Resta l’ultimo passaggio giuridico, ovvero l’udienza di merito al Consiglio di Stato per il ricorso presentato dagli architetti, anche se i giudici si sono in parte già pronunciati sulla legittimità dell’appalto integrato con il rigetto dell’istanza cautelare.