Consorzio di bonifica, il Pd critica gli incarichi da 25mila euro per opere intellettuali

PRATOLA PELIGNA – La mancata manutenzione sugli impianti irrigui e l’aumento delle tariffe fanno scattare la protesta del Pd di Pratola contro la gestione del Consorzio di bonifica in quota centrodestra, col nuovo commissario Adelina Pietroleonardo. I dem criticano anche l’affidamento di non meglio precisati incarichi per opere intellettuali da 25mila euro per quattro mesi.

“Al consorzio di bonifica Aterno/Sagittario cambiano i commissari ma i problemi restano – spiega il Pd – La regione Abruzzo che, attraverso la sua maggioranza (ex) Sovranista ha nominato l’ultimo commissario Pietroleonardo, annuncia che non sarà erogato il finanziamento di 870.000 euro e nemmeno 500.000 euro del bando di rotazione.
Il commissario Pietroleonardo inoltre annuncia ritardi nella manutenzione degli impianti irrigui e nella distribuzione dell’acqua per uso irriguo con conseguenti problematiche per gli agricoltori.

Un futuro incerto per l’Ente, ma una riduzione certa dei servizi per gli utenti; gli impegni di risanamento presi dalla regione non si sono mai concretizzati anzi a pagare i danni sono sempre gli agricoltori a cui servono invece garanzie.

Di certo la difficile situazione economica e finanziaria dell’Ente va avanti già da anni e con varie gestioni ma queste criticità economiche non hanno mai messo a rischio la sicurezza della stagione irrigua.

Nonostante i disservizi si parla di aumenti delle tariffe sempre a carico dell’utenza, ma si continua tuttavia ad affidare incarichi di quattro mesi a 25.000 euro per non meglio precisate “opere intellettuali”.
Sono incarichi davvero necessari? Se non ci sono soldi per la stagione irrigua come si può continuare ad affidare incarichi esorbitanti a società e chiedere aumenti di tariffe?”.