Palestre aperte in barba ai divieti: multati gestori e clienti

SULMONA – Teli e coperte a coprire finestre e vetrate e soprattutto gli sportivi che non hanno saputo rinunciare allo sport in palestra nemmeno in questo periodo di chiusura forzata. La guardia di finanza di Sulmona, però, non si è lasciata sfuggire il via vai da due palestre della città. Così, dopo alcuni appostamenti, quando le fiamme gialle sono entrate in azione lo hanno fatto a colpo sicuro. E infatti all’interno di due palestre hanno trovato gestori e clienti intenti ad allenarsi come se nulla fosse.
Nei confronti dei titolari e delle persone individuate all’interno delle palestre è stata applicata la sanzione amministrativa da 400 a 1000 euro. Per i proprietari, in aggiunta, è scattata la segnalazione al Prefetto di L’Aquila per l’applicazione della sanzione accessoria della chiusura dell’attività per un periodo da 5 a 30 giorni. 
“L’attività di servizio conferma” si legge in una nota delle fiamme gialle “l’impegno della Guardia di Finanza nel vigilare sull’osservanza delle norme poste a presidio della salvaguardia della salute, in questo particolare momento di emergenza sanitaria e reprimere, nel contempo, condotte illegali che danneggiano gli operatori onesti e mettono in pericolo la salute dei cittadini”.