Chiude il monastero di clausura a Corfinio, il vescovo: ho fatto il possibile per evitarlo

CORFINIO – Chiuderà i battenti il monastero della Visitazione di Corfinio, annesso alla cattedrale di san Pelino., Attualmente la struttura religiosa ospita 12 suore di clausura, che fanno parte dell’ordine delle Visitandine, con voti solenne e deizione totale alla preghiera e alla meditazione.

Ne dà notizia con “grande tristezza e profondo sconforto” il vescovo della diocesi di Sulmona-Valva Michele Fusco che lo ha saputo dalla Madre Federale, per conto della Federazione dei Monasteri della Visitazione dell’Italia centromeridionale, a conclusione della visita canonica fatta nel febbraio scorso al monastero.  
A determinare la chiusura la mancanza di vocazioni locali per un ordine piuttosto “severo”. La struttura monastica era a Corfinio da 26 anni e attualmente ospita religiose provenienti dall’America Latina e dall’Asia, le monache sono complessivamente 2 mila in 137 monasteri sparsi in tutto il mondo. Il vescovo non ha lasciata intentata nessuna strada per evitare la chiusura che, invece, è stata inevitabile. “Mi auguravo e ho lavorato affinché la decisione” afferma il vescovo “avesse tempo e esiti differenti che ci avrebbero permesso di accompagnare questo momento importante e delicato della Comunità delle Monache. Con mio profondo rammarico non è stato così. Da parte mia non è mancato l’invito ripetuto alla riflessione, ma la decisione è stata irremovibile”.