Fauna selvatica, parte da Pettorano-Vallelarga richiesta incontro risolutivo con autorità per incidenti automobilistici e danni colture

PETTORANO SUL GIZIO – Da anni impegnato sul fronte dei problemi causati dalla fauna selvatica, alle colture come alla circolazione stradale, Domenico Ventresca in rappresentanza di un gruppo di cittadini di Vallelarga (fraz. Pettorano sul Gizio), ha scritto una lettera per chiedere un incontro al suo sindaco, Antonio Carrara, e a catena agli altri referenti istituzionali di riferimento: il prefetto dell’Aquila, Cinzia Torraco, l’assessore regionale all’Agricoltura, Emanuele Imprudente.

Nell’incontro si intende così risolvere, alla radice, i numerosi problemi lamentati quotidianamente dagli agricoltori alle proprie coltivazioni, e dagli automobilisti che qui come nell’intera Valle Peligna hanno incidenti a causa degli attraversamenti della fauna. Numerosi sono infatti i sinistri che ogni anno vengono provocati da cinghiali e cervi, come anche i danni alle colture o e ad animali da allevamento da parte di orsi. In entrambi i casi, sono poi notevoli le richieste di risarcimento a Regione e Provincia.

Di seguito il testo della lettera.

Per quanto riguarda la prevenzione degli incidenti stradali da fauna, si segnala ordinanza sindacale n.32 del 8 ottobre 2019 emanata dal Comune di Montefiorino (Modena). Grato sin d’ora per quanto si potrà fare per quanto riguarda la prevenzione dei danni da fauna selvatica sulla strada provinciale 53 dell’Albanese, propongo di effettuare una pulizia straordinaria di piante e arbusti della banchina della stessa strada e, in particolare, nei seguenti punti dove avvengono maggiormente i passaggi di fauna selvatica (cervi, caprioli e cinghiali in particolare): venendo da Sulmona: Case Papponi prima e dopo l’abitato, prima dell’inizio della frazione di Vallelarga venendo da Sulmona lato destro, Valle San Martino, zona Ponte d’Arce prima e dopo il ponte della ferrovia Sulmona-Carpinone.  Nei punti sopracitati si chiede al sindaco di Pettorano sul Gizio e al presidente della Provincia dell’Aquila di emettere una ordinanza simile a quella del Comune emiliano al fine di far effettuare una pulizia straordinaria ai proprietari dei terreni agricoli confinanti con la stessa strada provinciale secondo quanto previsto dal vigente codice della strada. La stessa cosa dovrà essere fatta lungo il tracciato della ss.17 che da Sulmona porta a Roccaraso su entrambi le carreggiate in accordo con l’Anas e lungo tutte le altre strade provinciali e comunali ricadenti nel territorio del nostro comune di Pettorano sul Gizio, dove avvengono costanti passaggi e transiti di fauna selvatica. Lo scrivente, infine, ringrazia per la disponibilità data per risolvere il problema in oggetto il signor sindaco di Pettorano Antonio Carrara e, in particolar modo, i consiglieri comunali Fabio Del Monaco e Alessio De Panfilis che si sono sempre adoperati in maniera positiva sin dalla mia prima segnalazione a risolvere il problema in oggetto”.