Metanodotto, il governo insiste e fissa riunione per il via libera

SULMONA – Il governo insiste col metanodotto, dopo il via libera alla centrale della Snam e la Presidenza del Consiglio dei Ministri infatti convoca per giovedì 28 gennaio 2021, alle ore 12, in modalità video-conferenza, la seconda riunione per l’autorizzazione.

“La inutilità del progetto Linea Adriatica, di cui fa parte il metanodotto Sulmona-Foligno, è stata attestata anche dall’ENInelle sue osservazioni al piano decennale Snam 2020-2029. L’ENI scrive che si tratta di “investimenti che non sono necessari a garantire il soddisfacimento della domanda nazionale”, fanno notare i comitati cittadini per l’Ambiente.

Da qui l’appello alle istituzioni.

Il ruolo della politica è più che mai decisivo in questa fase conclusiva del procedimento – concludono – Facciamo  appello alle forze politiche e a tutti i nostri rappresentanti istituzionali, dai Parlamentari ai Sindaci ai Consiglieri regionali e provinciali, a far sentire forte la loro voce di protesta e intervenire sulGoverno nazionale affinché non venga perpetrata questa ennesima e inaudita aggressione ai diritti del nostro territorio!”.