Chiude Ovviesse e arriva Tigre, la Cgil chiede confronto urgente al Comune

SULMONA – Arriverà anche il supermercato Tigre del gruppo Oasi in città. Dopo l’apertura del supermercato sulla Statale 17 di qualche mese fa, il gruppo Gabrielli continua ad investire in città. Per questo nei mesi scorsi il gruppo Pingue Conad ha venduto uno dei suoi punti vendita a pochi passi, in via Postiglione. La concorrenza con un supermercato più grande, coltrò di reparto casalinghi ed elettronica, probabilmente, sarebbe stata troppa.

Questo significa che dopo 20 anni chiuderà il punto vendita Ovviesse, che aveva preso il posto della Standa aperta come primo complesso commerciale di grandi dimensioni in città negli anni 70.

Sono tre i dipendenti che la società lascerà senza lavoro e che la Filcams Cgil chiede di tutelare. Anche se il supermercato dovrebbe creare più posti di lavoro.
“Lasciano il tempo che trovano le motivazioni dell’affitto troppo caro in quanto, secondo noi, prima di arrivare a certe considerazioni, sono necessari i relativi confronti con le organizzazioni sindacali di settore per affrontare le eventuali criticità del caso – interviene Luigi Antonetti della Filcams Cgil – Pertanto, riteniamo che tale decisione sia il frutto più di un piano industriale. E tutto ciò avrà, come conseguenza inevitabile, l’ennesimo problema sociale e occupazionale  che attanaglia da anni il territorio della Valle Peligna ed in modo particolare per la Città di Sulmona. Inoltre, facciamo  presente che l’Amministrazione Comunale non può  discostarsi da certe preoccupazioni, ma al contrario riteniamo necessario  ed urgente aprire un tavolo di confronto”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0