Emergenza Covid, il sindaco bacchetta la minoranza: pensi alle cose serie

SULMONA – “In piena pandemia, che ha colpito duramente anche il nostro territorio, la politica locale preferisce il gossip dandogli una rilevanza che stride ormai in modo insopportabile con l’attuale realtà di emergenza sanitaria ed economico-sociale, coprendo i gravissimi problemi che la città e l’intero territorio stanno vivendo. Non ho sentito un appello nè dal  centrodesta nè dal centrosinistra per invitare la cittadinanza a sottoporsi ai test rapidi, tantomeno una parola sulla situazione in cui versa il nostro Pronto Soccorso, con ulteriori gravissime carenze che stanno portando il servizio alla paralisi, e sulla perdurante situazione precaria del Pretriage oppure sulla necessità di avere un “Covid –hotel” in questa città, che conta otre 800 persone in sorveglianza attiva e più di 500 cittadini attualmente positivi, di cui alcune decine sono ricoverate in ospedale”. E’ quanto afferma il sindaco Annamaria Casini “D’altro canto invece ritengo che il Pd sia molto distratto o poco presente dato che continua a lanciare accuse all’amministrazione senza accorgersi che questa amministrazione ha già pubblicato i bandi relativi ai buoni spesa  destinati alle  famiglie in difficoltà in questa pandemia in una forma innovativa e il bando per contributi alle imprese locali con risorse del bilancio comunale. Inoltre sono state previste risorse per contributi a sostegno a partire dal nuovo anno. L’attenzione della politica, in un momento difficile e duro come quello che stiamo vivendo” conclude il sindaco “dovrebbe soffermarsi sulle problematiche nell’interesse della cittadinanza, come sta facendo questa amministrazione, che oltre alle attività ordinarie sta fronteggiando in emergenza che dura da tanti mesi anziché pensare ad altro”.