Silenzio e lumini in piazza: i ristoratori disperati per l’ultimo Dpcm

SULMONA – La tromba che suona il Silenzio militare e le candele e i lumini che accendono la piazza. I ristoratori della Valle Peligna sono scesi in piazza per dire “No al nuovo Dpcm”, come recitava uno striscione.
“Ci hanno fatto prima investire su sanificanti, divisori e arredi esterni e ora ci chiudono alle 18 – hanno detto gli addetti ai lavori – se non si torna indietro, noi chiudiamo per sempre”.
Poi nella notte dedicata alle streghe per finta, tutti a casa con la paura del futuro per davvero.