Isola pedonale, Casini: non si torna indietro

SULMONA – “La progressiva pedonalizzazione ed un progetto per il centro storico è un obiettivo strategico di questa Amministrazione chiaramente indicato nel nostro programma di mandato e su cui si sta lavorando da diverso tempo, consapevoli che molto ce ne vorrà ancora per realizzare un vero completo cambiamento. Ma non si torna indietro.
Oggi in discussione non c’è il se, semmai il come proseguire”.

Così il sindaco Annamaria Casini annuncia di voler continuare il percorso avviato sull’isola pedonale in scadenza a fine mese.

“Tre fasi di sperimentazioni realizzate in momenti diversi (due periodi estivi e uno natalizio) intervallati da continui momenti di ascolto con i vari portatori d’interesse cittadini, attraverso incontri informali o strutturati anche con sondaggi pubblici, che hanno dato un segnale univoco e forte e visto chiaramente compatta la maggioranza anche questa estate che ha apertamente preso una posizione decisa nella direzione della chiusura di Corso Ovidio – aggiunge Casini – Nel bilancio 2020 approvato a metà agosto sono state inserite risorse per accompagnare questo processo: cultura, arredo urbano, agevolazioni per parcheggio coperto, piano sistemazione sampietrini corso Ovidio, illuminazione pubblica, nuovi stalli per bici e bike sharing, mobilità alcune delle azioni che sono in corso di realizzazione e su cui si comporrà una piano di valorizzazione capace di accompagnare un modello flessibile di pedonalizzazione che deve tenere conto di tutti gli interessi in campo.
Un progetto inserito come obiettivo di PEG da portare a casa entro fine anno.

E’ questo un progetto estremamente qualificante e lungimirante di cui l’Amministrazione che rappresento deve andare orgogliosa perche’ dopo tanti anni e’ stata capace di dare una direzione con una visione per il futuro di Sulmona: città a vocazione turistica per uno sviluppo sostenibile.

Scelte che la gran parte della cittadinanza ha molto apprezzato soprattutto questa estate in cui Corso Ovidio si e’ trasformato in un vero salotto con caffè, gelaterie e ristoranti all’aperto che hanno potuto riprendere vigorosamente la loro attività e che hanno accolto turisti e cittadini in contesto urbano senza macchine, riappropriandosi così degli spazi del nostro centro.

La maggioranza consiliare si è incontrata proprio per scambiare idee e indicare linee d’indirizzo su questo progetto ed è quella la sede naturale di confronto, capace di consentire poi una sintesi utile per la città.
Questa maggioranza ha dimostrato fin ora grande coraggio e unità su questo tema e sono sicura che non si farà fuorviare da incaute bordate esterne che, se pur prevedibili, certo non aiutano a comporre una sana discussione tra coloro che governano ora la città e hanno la responsabilità di decidere su aspetti di prospettiva all’interno di un contesto di emergenza che sicuramente va tenuto in debita considerazione”.