4 anni da sindaco per Marianna Scoccia, bilancio positivo per la fine del primo mandato

SULMONA – Telecamere di videosorveglianza, banchi anti sismici, defibrillatori, pensiline bus e restauro orologio storico del paese, fontana della piazza e aula consiliare. Questi gli obiettivi regalati a Prezza dal sindaco Marianna Scoccia nei quattro anni di mandato, grazie alla rinuncia del suo compenso. Il bilancio, però, che traccia il primo cittadino e consigliere regionale è molto più ampio e riguarda i lavori pubblici, il turismo, la memoria storica e la recente emergenza Covid.

Sul primo punto sono stati ottenuti in 4 anni oltre 3 milioni di euro dei qual gran parte già appaltati:
-1 milione e mezzo di euro per dissesto idreogeologico prezza;
-400 mila euro dissesto campo di Fano;
-200 mila euro per la Chiesa Santa Lucia;
-592 mila protezione civile e strada cimitero;
-100 mila euro ottenuti dalla Regione Abruzzo per SALA POLIVALENTE;
-50 mila euro ottenuti dal Governo Centrale per realizzazione nuova strada di collegamento a campo di Fano;

50 mila euro risparmio energico;

385 mila euro PSR per sistemazione campo da calcio prezza e campo di Fano ( fermo a causa di un ricorso al TAR);
50 mila euro fondi regionali sistemazione strada via vignali e via colonna.

Con fondi Comunali:
-Rifacimento scalinata della piazza
-Sistemazione strade comunali
-Asfalto parcheggio campo di Fano
-Acquisto arredi esterni
-Riduzione della Tari
-Sistemazione campo da calcetto.

Emergenza COVID-19
-Acquisto e effettuazione Test rapidi di screening sulla Popolazione
-Mascherine gratuite

sanificazione scuole.
Turismo e memoria storica:

Sviluppo e messa in atto della rievocazione storica “Malmozzetto” e sottoscritto un protocollo di intesa con l’Università d’Annunzio di Chieti-Pescara

“Essere un Sindaco, in special modo di una Comunità piccola, assume un significato più ampio – spiega Scoccia – il ruolo Istituzionale si affianca al rapporto di convivenza di paese , di vicinanza ed aggregazione costante e viva;
E per questo, ogni giorno, mi sento orgogliosa del ruolo che rivesto. Fin dall’inizio del mandato Amministrativo ho rinunciato alla indennità di Sindaco e con la liquidità accantonata siamo riusciti, con la mia squadra amministrativa, a centrare molti obiettivi. Questo, in breve, parte del percorso amministrativo che ci ha condotti fino ad oggi, tanto c’è ancora da fare e tanto stiamo lavorando.

Ringrazio tutta la giunta e l’intera Assise Comunale per il continuo supporto, la competenza ed per forte senso di Comunità che da sempre ci guida e ringrazio soprattutto ognuno dei miei Concittadini perché è grazie a loro e per loro che ogni giorno cerco di profondere il massimo impegno come donna, come mamma e come Sindaco”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0