Maturità, in 400 pronti all’esame sotto Covid

SULMONA – Sono circa 400 i maturandi peligni che domani faranno il loro esame di maturità in un’unica prova orale per via del Covid.
Un esame stravolto dall’epidemia,  che arriva al termine di un travagliato anno scolastico. Per il 2020, di ‘Notte prima degli esami’ non ce ne sarà soltanto una: ogni maturando avrà la sua secondo il calendario degli orali. Il colloquio si potrà valutare fino a un massimo di 40 punti , mentre i restanti 60 punti derivano dai crediti del triennio. Si sosterrà in presenza e quindi la commissione – che quest’anno è tutta interna ad eccezione del Presidente – e il candidato dovranno indossare la mascherina e stare a distanza di due metri. Lo studente può portare al massimo un accompagnatore ed entrambi dovranno firmare un’autodichiarazione sulle loro condizioni di salute.

Percorsi differenziati, sanificazione e temperatura all’ingresso i presidi del Polo Ovidio (Caterina Fantauzzi) e Fermi (Massimo Di Paolo) sono pronti con il protocollo. I primi addirittura hanno risposto all’appello di diregiovani.it per augurare a tutti gli studenti di affrontare con coraggio e impegno questa ultima prova, intonando “notte prima degli esami” di Antonello Venditti.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0