No alla movida in fase 2, il sindaco incontra baristi e ristoratori

SULMONA -“Ho incontrato questa mattina rappresentanti di baristi e ristoratori per fare il punto su quanto accaduto nel fine settimana e definire con loro una forma di collaborazione, in sinergia con le Forze dell’ordine, con cui sono in continuo contatto, per evitare il ripetersi degli assembramenti di sabato scorso nel centro storico,  molto #pericolosi in questa  Fase 2 di emergenza sanitaria”.

Il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, non lascia correre sulla movida del weekend e il rischio assembramento dei giovani in centro città nel primo fine settimana dopo il lockdown. Da qui l’incontro con un gruppo di ristoratori e baristi e l’avvio del confronto serrato con le forze dell’ordine.

“C’è il rischio che comportamenti così irresponsabili compromettano una ripartenza già molto difficile – aggiunge Casini – È, dunque, necessario ed impellente un intervento e un cambiamento di abitudini partendo proprio dai più giovani. Sto sollecitando il confronto con gli esercenti per cercare la loro fattiva collaborazione e definire misure finalizzate a consentire da un lato di poter riprendere le attività in sicurezza e dall’altro di contenere i comportamenti pericolosi delle persone.

Ognuno deve fare la sua parte. E’ un percorso che va puntualizzato  ed è necessario il concorso di tutti: degli operatori, delle famiglie e dei ragazzi con l’aiuto delle Forze dell’ordine, per far capire che il sabato sera non può essere vissuto come se l’emergenza fosse scomparsa o come se la vita fosse tornata come prima. Non e’ così.

Domani mi confronterò con un’altra delegazione di baristi e ristoratori, ma faccio appello davvero al senso di responsabilità di tutti”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0