Focolaio Coronavirus, il sindaco chiede zona rossa. In Abruzzo + 66 casi

SULMONA – Il focolaio della clinica San Raffaele con più di una ventina di casi accertati e una trentina in totale in Valle Peligna (otto a Sulmona, uno a Pratola Peligna e un altro a Pacentro) di oggi preoccupa non poco. Per questo il sindaco Annamaria Casini nella conferenza dei capigruppo di oggi pomeriggio ha annunciato di voler chiedere al presidente della Regione Marco Marsilio la zona rossa per meglio circoscrivere i casi o in subordine avviare misure più restrittive di concerto con la prefettura.
Intanto, in Abruzzo salgono a 1.563 i casi di coronavirus in Abruzzo: 66 quelli nuovi emersi dalle analisi svolte dal laboratorio della Asl di Pescara, centro di riferimento regionale, anche attraverso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo. Con 13 nuovi decessi, il bilancio delle vittime sale a quota 146. Dei nuovi casi, 26 fanno riferimento alla Asl Avezzano Sulmona L’Aquila, dodici alla Asl Lanciano Vasto Chieti, 23 alla Asl di Pescara e cinque alla Asl di Teramo. Del totale dei positivi, 166 si riferiscono alla Asl dell’Aquila, 310 alla Asl di Chieti, 669 a Pescara e 418 a Teramo. Dei pazienti ricoverati in ospedale, 361 sono in terapia non intensiva, 76 sono in terapia intensiva. Gli altri 864 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Aumenta il numero dei guariti: sono 116, di cui 102 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19 sono diventati asintomatici e 14 che sono risultati negativi in due test consecutivi.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0