Coronavirus, classi virtuali e lezioni in rete per più di 2.300 studenti

SULMONA – Sono più di 2.300 gli studenti delle scuole superiori del territorio che si misureranno con lezioni virtuali, verifiche telematiche e corsi online. L’ordinanza del governo ha infatti imposto la chiusura delle scuole fino al 15 marzo e i dirigenti non si sono fatti trovare impreparati.

“I docenti saranno operativi con le classi a partire da Martedì 10 Marzo fino a Sabato 14 Marzo – interviene il dirigente del Polo scientifico Fermi, con liceo, Iti e Ragioneria e Geometra per più di 1.300 studenti – in questa prima fase di rodaggio e sperimentazione si procederà per classi parallele e privilegiando le discipline d’esame e di indirizzo, differenziando per bienni e per le classi quinte l’orario. Saranno condivisi in streaming videolezioni ed attivate le possibili forme di interazioni consentite dalla piattaforma. Per le altre materie, invece, i docenti dovranno predisporre e condividere materiali di lavoro sulla piattaforma Classe viva del registro elettronico, sollecitando varie forme di feedback a distanza, soprattutto attraverso la somministrazione di test ed esercitazioni online.

In una eventuale seconda fase, se la sospensione delle attività dovesse prolungarsi, si tornerà a rispettare l’orario in vigore attraverso una didattica totalmente online per tutte le discipline. Comprendiamo le difficoltà che questo momento di crisi comporta, ma sarebbe utile per tutti riuscire a trasformare la necessità in opportunità, cogliere questa occasione per “reinventarsi” il mestiere dell’insegnante e quello dello studente, o quantomeno per ripensarli”. 

E’ tutto pronto anche al Polo Ovidio con i 1.050 studenti dei licei classici, linguistico e artistico, divisi in 54 classi virtuali con gli insegnanti che si collegheranno da casa con gli studenti.

”Queste sono giornate intense, fatte di prove tecniche per far partire i webinar, le classi virtuali e la didattica a distanza – interviene la preside Caterina Fantauzzi – Insieme ai docenti ho lavorato tutto il giorno, fino a poco fa, attraverso i numerosi strumenti tecnologici che abbiamo a disposizione. 

La sospensione delle attività scolastiche in presenza rappresenta una grandissima opportunità per perfezionare le nostre competenze tecnologiche. Noi siamo pronti.

Questo è un momento di crisi – aggiunge la Fantauzzi – krisis in greco vuol dire scelta e noi stiamo scegliendo la strada per garantire nuove opportunità agli studenti e ai docenti, che ringrazio davvero perché sono stati in grado di realizzare in pochissimo materiale online che abbineremo a quelli in distribuzione sui siti di istruzione”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0