UCBMincontra: a centinaia gli studenti al Canigla per le proposte formative. Con loro Marsilio, i sindaci, il vescovo Fusco e Augusto Ferrini

SULMONA – Diverse centinaia secondo le attese, per la precisione 700, le presenze degli studenti locali per ascoltare le proposte di alta formazione universitaria illustrate dal Campus Bio-medico di Roma presso il Teatro Caniglia.

Le scuole superiori di Sulmona, Avezzano, Pratola Peligna, Castel Di Sangro e Popoli occupavano ogni posto disponibile in platea e negli spalti per ascoltare, valutare le proposte di formazione accademica e professionale, oltre le numerose formule di borse di studio.

I lavori sono stati aperti dai saluti del Vescovo di Sulmona Michele Fusco, che ha ricordato ai giovani l’importanza dello studio, specie in questo periodo in cui le alte competenze assumono un’importanza maggiore, incoraggiandoli a prepararsi e ad avere fiducia nel futuro. A seguire l’intervento dell’assessore alla cultura del Comune di Sulmona Manuela Cozzi. Presenti anche i sindaci di Pratola Peligna, Antonella Di Nino e di Popoli, Concezio Galli.

Poi l’intervento del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, che ha voluto portare il proprio saluto agli studenti, incoraggiandoli a scegliere bene il corso di studi universitario, ricordando l’importanza dei giovani per lo sviluppo di tutto il territorio abruzzese. Questo auspicando anche la futura presenza di una sede dell’Università Campus Biomedico in Abruzzo, per realizzare così attività formative di qualità sul nostro territorio, accettando l’invito del Dg dell’ateneo Andrea Rossi, per un incontro a Roma volto a valutare possibili collaborazioni tra UCBM e Regione Abruzzo.

È arrivato il turno di Augusto Ferrini subito dopo, che giocava in casa perché originario di Pratola Peligna, studente del sesto anno di medicina e attuale Presidente del Consiglio Studentesco dell’Università. Augusto si è distinto negli ultimi tempi per una presenza sempre più intensa in abito istituzionale, come l’apertura dell’anno accademico alla presenza del presidente della Repubblica Mattarella, o in ambito operativo e professionale con stage all’estero. Dopo di lui di Pino Ferreri, ex studente del Campus in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana.

Infine il momento tecnico dell’orientamento: il Dg Rossi ha spiegato le possibilità offerte dagli 11 corsi di laurea attivi e dal nuovo corso di Laurea magistrale, in attivazione, di Ingegneria dei Sistemi intelligenti. Una realtà quest’ateneo che spazia tra materie che offrono innumerevoli occasioni per entrare effettivamente nel mondo del lavoro, come Medicina e Chirurgia (anche in lingua inglese), Ingegneria (Biomedica, Industriale e Chimica per lo Sviluppo Sostenibile), e i corsi di Laurea specializzati come le Scienze dell’alimentazione e della nutrizione umana e le Scienze e tecnologie alimentari e gestione di filiera che puntano a formare i manager delle aziende alimentari.

A completare il quadro lauree molto richieste sia nel settore pubblico sia nel privato come quelle in Infermieristica, Fisioterapia e tecniche di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia. Ampio lo spazio dedicato alle possibilità per iscriversi al Campus Bio-Medico offerte nell’anno 2020-21 da 115 borse di studio per un investimento che supererà complessivamente il milione di euro. La giornata ha infine messo a disposizione degli studenti peligni anche una breve lezione di ingegneria.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0