Furbetti del cartellino, a settembre l’udienza preliminare

SULMONA – Si terrà il prossimo 26 settembre l’udienza preliminare per i nove dipendenti comunali finiti nel mirino dell’inchiesta dei “Furbetti del cartellino”, resa nota dalla finanza ad ottobre 2016.

In quella data si saprà se i dipendenti comunali saranno rinviati a giudizio o se saranno prosciolti.

I nove che dovranno presentarsi davanti al Gup del tribunale di Sulmona sono: Stefano Pezzella, Marino Cagnone, Mirella Santilli, Felicia Vanacore, Marco Chiavari, Giovanni Del Signore, Roberto Fonte, Venanzio Piccoli e Luminita Iosub (in servizio a una cooperativa esterna).

Per altre 15 persone invece la Procura aveva chiesto l’archiviazione. In quel caso sarà il Gip a vagliare le singole posizioni. Si stringe il cerchio quindi per il filone penale dell’inchiesta, mentre in questi giorni, per quanto concerne la parte disciplinare, i dipendenti comunali sono stati chiamati dall’Ufficio Provvedimenti Disciplinari per le eventuali controdeduzioni dal Segretario Comunale Nunzia Buccilli, che sta valutando i singoli casi dei 43 dipendenti finiti sotto inchiesta (sugli iniziali 102). La Segretaria ha 120 giorni di tempo per chiudere il procedimento disciplinare, ma potrebbe stingere i tempi e formalizzare le eventuali sanzioni disciplinari per fine mese.

Si è chiuso anche il fronte amministrativo con la citazione a giudizio di 18 dipendenti comunali da parte della Procura della Corte dei Conti, che ha emesso già gli importi delle sanzioni.

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0