Parco fluviale in abbandono, la gestione esterna come soluzione

SULMONA – Le stanze erano state risistemate da un giovane volontario nei mesi scorsi e dal Cogesa che ne aveva garantito tinteggiatura e e pulizia approfondita. Ora, dopo il passaggio di un’orda barbarica nei giorni della nevicata, il parco fluviale si presenta ancora una volta distrutto e abbandonato.

Le porte che erano state sistemate e chiuse sono state smontate e sfondate per essere usate come bob per scivolare sulla neve. I bagni sono stati distrutti, i vetri rotti e i bidoni maltrattati.

Da qui l’appello del Meet up dei 5 Stelle a disporre l’affidamento della struttura.

”Se l’amministrazione non riesce a trovare risorse per tenere aperto e funzionale il Parco Fluviale Daolio, garantendone ordine utilità e sicurezza, non si riesce davvero a comprendere il motivo per cuinon vi sia la possibilità di dare in gestione/affidamento questo patrimonio fondamentale per la nostra città. Sono molte e capaci le associazioni culturali cittadine o di volontariato che potrebberogarantire un servizio adeguato“.

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0