Sanità carente, scioperano in 300

L’AQUILA – ​In 300 hanno manifestato stamattina davanti l’ospedale dell’Aquila contro i 700 posti mancanti nell’organico della Asl provinciale. Lo sciopero si è tenuto, nell’ambito dello sciopero nazionale di 24 ore per medici, veterinari e dirigenti sanitari un presidio unitario davanti l’Ospedale San Salvatore dell’Aquila al quale hanno aderito i Sindaci del Comitato ristretto della ASL “per rivendicare i carenti finanziamenti per il Fondo sanitario nazionale, per rivendicare la necessità di incremento del personale della sanità provinciale, per la tutela dei diritti dei lavoratori, per il riconoscimento della giusta retribuzione e per la difesa delle aree interne rimettendo al centro un servizio sanitario di qualità ed efficiente che risponda al diritto costituzionale alla cura ed alla salute del cittadino”, come spiegano dalla Cgil. 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0