Regionali, Di Giandomenico con Di Stefano

SULMONA – “Da tempo chiediamo attenzione per il Centro Abruzzo, in cerca di soluzioni per tamponare l’emorragia di servizi e posti di lavoro che sta mettendo in ginocvhio le aree interne. Di certo l’indifferenza della Regione in questi anni ha trasformato il nostro impegno in una vera e proprio sfida contro le spoliazioni e l’impoverimento, anche politico, del territorio in cui il Movimento Italica opera. Pretendiamo ascolto e sosteniamo chi intende davvero affrontare e  superare i problemi dei territori” con queste parole Alberto Di Giandomenico, coordinatore del Movimento Italica, saluta con favore la scesa in campo dell’ex parlamentare forzista, Fabrizio Di Stefano, che con Civiche per l’Abruzzo, si è reso disponibile per le elezioni regionali del 10 febbraio..

“Non vogliamo più perdere la speranza, Italica aderisce al progetto Civiche per l’Abruzzo affinché le aree interne non debbano continuare a soffrire d’isolamento relegate dai vertici regionali in un angolo angusto, alla stregua di una colonia in cui scaricare tutto il male e i progetti che non portano lavoro, ma allontanano sviluppo del primo settore, turismo e impresa”.

I rappresentanti del Movimento d’Identità e territorio hanno avuto occasione di parlare con l’ex senatore e con lui si sono confrontati sui temi che stanno più a cuore alla valle Peligna. Rimettere in moto il Centro Abruzzo, da anni trascurato, è possibile, ma occorre unità e forza. “Di Stefano conosce a menadito tutto l’Abruzzo, sta raccogliendo consensi ovunque con un modo di fare politica che unisce, con un’idea di sviluppo che tiene conto delle particolarità di ogni territorio, il nostro comprensorio è un tassello importante del grande mosaico dell’Abruzzo che verrà e che Di Stefano vuole costruire. Dal primo all’ultimo settore, ha già una visione dei problemi e diverse soluzioni da mettere in campo, dai collegamenti alla sanità, agli investimenti per piccole e medie imprese, recuperando fondi di ogni genere: statali, europei e anche con iniziative che coinvolgeranno privati che hanno intenzione di investire nella terra dei Parchi. Regione dalle mille capacità, all’Abruzzo è mancata una guida capace di spendersi anche e soprattutto per gli abruzzesi, per risalire la china insieme – conclude Di Giandomenico – Con il progetto Civiche per l’Abruzzo Di Stefano ha sbolognato la vecchia guardia inaugurando una nuova stagione e offrendo una importante possibilità di rivincita alle comunità abruzzesi che vogliono riprendersi quanto sottratto. Con il civismo rinasce la Politica se, chi  guida presta ascolto e attenzione all’intero Abruzzo “. Alberto di Giandomenico.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0