Il sulmonese Gravina re della Figc col 97,20% dei voti

SULMONA – Il sulmonese Gabriele Gravina, candidato unico alla presidenza della Figc, è stato eletto alla prima votazione dall’assemblea della Federcalcio riunita a Roma, col 97,20% dei voti.

Chi è Gabriele Gravina

Gabriele Gravina, 65 anni, laureato in Giurisprudenza, è nato in Puglia ma ha legato la sua vita professionale all’Abruzzo. È infatti in Abruzzo che dà vita al miracolo sportivo del Castel di Sangro, di cui è presidente dal 1984 al 1996. In quel decennio conquista 5 promozioni, arrivando a disputare la Serie B. Ed è proprio in quel periodo che inizia la sua carriera di dirigente sportivo come consigliere della Lega della Serie C e consigliere della Federcalcio. Continua a operare nel mondo del calcio sempre come dirigente prima all’Uefa e poi negli anni Duemila come capodelegazione della Nazionale Under 21 per tre campionati europei e due olimpiadi. Dal 2015 fino al 16 ottobre scorso è presidente della Lega Pro, dopo 18 anni di dominio di Macalli.

Prime dichiarazioni a caldo

“È il completamento di un percorso umano e sportivo, reso possibile da chi mi ha accompagnato negli anni. Ringrazio gli illustri presenti e i fidati compagni di viaggio. Dobbiamo dare il massimo ora, gettare il cuore oltre l’ostacolo, mettere idee e capacità al servizio del nostro mondo. Siamo il primo linguaggio dei bambini, il linguaggio di chi non parla la nostra lingua: con questo senso di responsabilità dobbiamo ripartire per quello che può essere un mondo magnifico. Voglio il calcio dei giovani, che non fa differenze di genere, in grado di fare impresa, con certezza delle regole, risanato, che si gioca in impianti funzionali, attento alla tecnologia, del ritorno della Nazionale. Dobbiamo fare squadra nel rispetto dei ruoli. Il calcio non si gioca da solo. Abbiamo bisogno di un rilancio che parta dall’attitudine all’ascolto di tutte le componenti. In questo anno siamo stati tenaci”

Le congratulazioni delle istituzioni

“Esprimo la mia gioia e faccio i più sentiti complimenti a Gabriele Gravina, neo Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio con il 97 per cento dei consensi – ha esordito il sindaco di Pratola Peligna Antonella Di Nino – questa elezione è il riconoscimento alle qualità umane e professionali di un dirigente che ha saputo sempre caratterizzare il suo percorso con serietà e competenza indiscutibili. Gabriele Gravina ha dato lustro al nostro territorio costruendo il miracolo del Castel di Sangro e arricchendolo sempre con la sua presenza lineare, composta e di valore. Sono certa che con le sue proposte innovative, che contemplano tra le altre cose la valorizzazione del calcio giovanile e l’organizzazione in Italia degli Europei del 2028, saprà rilanciare il sistema calcio facendolo diventare un modello di efficienza e funzionalità che estenderà i suoi benefici anche in altri settori. A nome della comunità di Pratola Peligna gli formulo gli auguri di un buon lavoro”.

 “E’ con grande orgoglio che esprimo le più sentite congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro a nome mio, dell’amministrazione comunale  e dell’intera città di Sulmona a Gabriele Gravina, neo eletto presidente della Figc”. E’ quanto afferma il sindaco Annamaria Casini. “E’ un importante e giusto riconoscimento che premia l’impegno di un uomo che si è sempre distinto per professionalità, passione sportiva, serietà e correttezza nella sua carriera a servizio del calcio, senza mai dimenticare il suo forte attaccamento per il nostro territorio. Sono certa che saprà assolvere a questo prestigioso incarico con la stessa competenza e la stessa umanità che lo hanno sempre caratterizzato, rappresentando una svolta per il calcio italiano e portando avanti un processo di rinnovamento e di rilancio per questa popolare e importante disciplina facendo leva sui sani valori propri dello sport”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0