Consiglio, va in scena “lo show vergognoso” dell’inefficienza della macchina amministrativa

SULMONA – L’inefficienza della macchina amministrativa sulmonese esplode oggi pomeriggio in aula consiliare, dove i dirigenti Mario D’Eramo, Filomena Sorrentino e Francesca De Camillis battibeccano tra loro in evidente contrasto sulla questione mense. “Uno show vergognoso” per il consigliere di maggioranza Fabio Pingue,che ha portato alla mancata partenza del servizio mensa ad ottobre. Ha provato a rasserenare gli animi l’assessore Maria Rita Di Loreto, garantendo la partenza per novembre. Con un emendamento si è chiesto una variazione di bilancio pari a 9 mila euro, anziché di 48 mila dopo che – come si legge nel capitolato – gli arredi fissi (lavabi) e i lavori strutturali dipendono dal Comune, il resto alla ditta. 

Passata a maggioranza la variazione al piano triennale delle opere pubbliche, 

presentata in aula dall’assessore ai Lavori pubblici, Nicola Angelucci. La proposta prevede la somma di 276mila euro per il miglioramento sismico dell’edificio comunale ex Omni. La sede del Coc e la scuola materna di via Trento saranno ristrutturate e adeguate sismicamente con 137mila 500 euro. Infine per i lavori di adeguamento della scuola primaria Lombardo-Radice sono previsti 536mila euro. Il consigliere Andrea Ramunno si è astenuto rivendicando interventi per la scuola di Bagnaturo, pur non essendo contrario al plesso unico. 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0