Eremo in 3D, l’Ovidio premiato per il progetto Unesco

SULMONA – L’Istituto di Istruzione Superiore Ovidio parteciperà alla cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico che si terrà ad Ortona il 12 settembre sulla nave scuola San Tommaso alla presenza del sottosegretario di Stato Salvatore Giuliano. In questa occasione il Polo liceale “Ovidio” sarà premiato per il progetto di eccellenza “Eremi accessibili in 3D” un progetto articolato e significativo in partenariato con Associazione Italiana Giovani per l’Unesco, Hi Storia, Parco Nazionale Majella, SABAP Abruzzo, Soprintendenza Speciale per il Cratere, Comune di Sulmona che, coniugando conoscenze storiche, culturali, artistiche, ambientali, sociali del territorio con competenze digitali e linguistiche, ha portato alla realizzazione in alternanza scuola lavoro  da parte degli studenti del liceo artistico e del liceo linguistico di 3 DISPOSITIVI TATTILI INTERATTIVI che raffigurano fedelmente, attraverso la STAMPA 3D, l’Eremo di Celestino V, l’Eremo di Santo Spirito a Majella, la Basilica di Collemaggio, fruibili dai non vedenti.
Il ricco programma di attività è stato svolto dale classi IV I, IV L del Liceo Linguistico Vico, III e IV A del Liceo Artistico Mazara, guidate dalla referente Sabrina Cardone, dai docenti Maria Grazia Borrone, Riccardo Pagliaro; già ospite di European Edition Maker Faire, UNESCO Edu WEGIL, Terra Reale 4.0 Futura Pescara il progetto sarà presentato a fine ottobre nella Mostra dei patrimoni del Futuro al Museo Archeologico di Napoli.

Il contesto in cui prende vita il progetto “UNESCO EDU- Eremi accessibili in 3D” e “UNESCO EDU Presente Futuro – Il patrimonio ci parla, la Scuola lo racconta”, nell’ambito del Programma Nazionale di Educazione – UNESCO EDU Abruzzo e UNESCO EDU Presente Futuro, unisce territorio, ambiente, storia, arte, architettura, sostenibilità culturale, competenze digitali e utilità sociale con il fine di una una reale fruizione innovativa, moderna e accessibile di monumenti altamente significativi per il territorio abruzzese:  l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone, l’Eremo di Santo Spirito a Majella , la Basilica di Collemaggio.

Il progettodell’Istituto di Istruzione Superiore Ovidio di Sulmona guidato dalla Dirigente Caterina Fantauzzi è stato realizzato in Alternanza Scuola Lavoro con HI-STORIA LAB, coniugandosi in un ricco programma di attività biennali nelle classiIV I, IV L del Liceo Linguistico Vico,III e IV Adel Liceo ArtisticoMazaraguidate dalla referente Sabrina Cardone, dai docenti Maria Grazia Borrone, Riccardo Pagliaro,in rete con l’Istituto di Istruzione Superiore Amedeo d’Aosta dell’Aquila ed i partners Associazione Italiana Giovani per l’Unesco, Parco Nazionale Majella, SABAP Abruzzo, Soprintendenza Speciale per il Cratere, Comuni di Sulmona e dell’Aquila, Centri di educazione Ambientale.

Il programma si è focalizzato su informazione e la sensibilizzazione ai temi e valori UNESCO, conoscenza, approfondimento e valorizzazione del patrimonio locale, storico, culturale e naturalistico, per arrivare alla realizzazione da parte degli studenti di 3 DISPOSITIVI TATTILI INTERATTIVI che raffigurano fedelmente, attraverso la STAMPA 3Dl’Eremo di Celestino V, l’Eremo di Santo Spirito a Majella, la Basilica di Collemaggio, FRUIBILI DAI NON VEDENTI attraverso particolari sensori posti su parti specifiche del plastico che al tocco della mano attivano registrazioni audio con contenutistorici, ambientali, geologici e naturalistici.

Il progetto è stato ospite diEuropean Edition Maker Faire, UNESCO Edu WEGIL, Terra Reale 4.0 Futura Pescara e sarà premiato nellaMostra dei patrimoni del Futuro al Museo Archeologico di Napoli.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0