Sulmona capofila dei servizi sociali, ottenuta esenzione per chi prima pagava quota

SULMONA – “Il Comune nella determinazione dell’ammontare delle quote di compartecipazione poste a carico dell’utenza ha agito in esecuzione di un regolamento approvato in Conferenza dei Sindaci e ratificato dai singoli Consigli comunali dei 17 Comuni dell’Ecad, nel dicembre scorso. Nello specifico, individuando la soglia di esenzione minima (inferiore a 8 mila euro Isee) e quella di corresponsione totale del costo del servizio per titolari di reddito Isee superiore a 36 mila euro. L’amministrazione ha recepito, dunque, i contenuti di un atto di indirizzo applicativo per l’attuazione omogenea e integrata dei Dpcm (Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri) numero 159 del 2013 nel territorio della Regione Abruzzo (allegato alla delibera di Giunta regionale n 112 del 21 marzo 2017).  All’interno di questi parametri, la definizione della quota di compartecipazione è calcolata attraverso il metodo della progressione lineare che permette una migliore perequazione rispetto all’applicazione degli scaglioni di reddito. L’efficacia di questo metodo di lavoro è dimostrata dal fatto che proprio grazie all’applicazione di tale sistema, molti utenti dei servizi oggetto di compartecipazione, i quali, fino all’entrata in vigore del regolamento, erano comunque tenuti al pagamento della quota, ora sono entrati a far parte della categoria degli esenti e, come tali, non sono più tenuti al pagamento per i servizi loro erogati. Così l’Ecad ha assolto ad una delle sue funzioni fondamentali nell’ambito sociale, ovvero quello di tutelare le categorie dei più deboli e più svantaggiati economicamente”. E’ quanto ha affermato l’assessore alle Politiche Sociali Anna Rita Di Loreto, durante la Conferenza dei Sindaci dell’ Ambito Distrettuale n. 4 Peligno che si è tenuta oggi pomeriggio nell’aula consiliare di Palazzo San Francesco. “E’ stata un’occasione questa per chiarire definitivamente alcuni equivoci sorti in queste settimane e riportati anche in alcuni articoli di stampa” aggiunge l’ assessore. Nella Conferenza sono stati discussi, inoltre, i punti all’ordine del giorno riguardanti sia la definizione delle ore di assistenza scolastica- specialistica da erogare nell’ anno scolastico 2018/2019 sia l’approvazione del protocollo per la costituzione della rete dell’inclusione.

 “Gli amministratori presenti hanno dato mandato all’ Ecad di sollecitare il Ministro per le Politiche Sociali, la Regione e la senatrice sulmonese per finanziare i costi di tali servizi”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0