Dal ponte di via Gorizia a via Turati, la ricetta dei 5 Stelle per risolvere un problema annoso

SULMONA – Usare i fondi per il ponte di via Gorizia su via Turati visto che, per l’attuale amministrazione comunale, è una priorità. La proposta arriva dal Meet Up Amici di Beppe Grillo convinti che “per la messa in sicurezza di via Turati, si potrebbe formalmente chiedere alla Regione di mutare la destinazione del milione di euro del ponte di Via Gorizia, in relazione al quale, peraltro, ad oggi non è affatto garantito il rilascio dell’autorizzazione sismica da parte del Genio civile, anziché a rotonde o a riutilizzi improbabili, ad un’opera veramente di pubblica utilità, visto che l’intera zona rischia di franare, trascinandosi dietro abitazioni e persone. A che serve altrimenti sistemare l’area camper sottostante? È come ripulire una spiaggia mentre è in arrivo uno tsunami”. Ma i Cinque Stelle ripercorrono anche tutta la storia del ponte di via Gorizia sostenendo che “la pubblica utilità sarebbe stata rappresentata dalla necessità inderogabile, di collegare meglio i Comuni dell’Alta Valle del Sagittario all’ospedale di Sulmona, agevolando il traffico nella zona del Crocefisso! Quel progettato scempio, è bene ricordare, risale al 2010, anno in cui ne fu sancita, strano a dirsi, la pubblica utilità”. Per il Meet Up, con lo spostamento dei fondi dal ponte di via Gorizia a via Turati, “Il milione di euro sarebbe così destinato alla messa in sicurezza reale di tutta un’area con propensione all’accoglienza turistica e ad evitare che accadano eventi dalle gravi conseguenze civili e penali”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0