Ospedale declassificato, Pd: la colpa è della maggioranza Casini

SULMONA – “Tutti loro, dal primo all’ultimo della maggioranza Casini, hanno dimenticato di aver votato, con alzata di mano e di fronte a tutta la città, a favore della nuova classificazione dell’ospedale di Sulmona come ospedale di base, contro un’opposizione sempre chiara nel richiedere il primo livello”. Così il Pd attribuisce al sindaco Annamaria Casini la responsabilità della declassificazione dell’ospedale.

Il Pd, poi, rivendica quanto fatto sull’ospedale:

1. il nuovo Ospedale, il primo interamente antisismico in Abruzzo, sarà inaugurato a breve;
2. finanziamenti attendono di essere erogati da parte del Ministero per la riqualificazione della nuova ala, la realizzazione dell’elisuperficie, l’interramento  delle centrali termiche, la demolizione dell’ala vecchia e la riqualificazione dell’area;
3. in più un finanziamento di 20 milioni a ripiano delle anticipazioni  fatte dalla Regione per la costruzione del nuovo Ospedale;
4. concorsi per rafforzare gli organici nei vari presi Ospedalieri: per L’Aquila-Avezzano-Sulmona saranno  circa 210 con una consistente quota che andrà a rafforzare l’Ospedale  dell’Annunziata di Sulmona, copertura dei posti vacanti dei primari in settori strategici dei servizi ospedalieri;
5. recuperare la classificazione di primo livello e per ora il Pd ha presentato in Parlamento un apposito disegno di legge a firma dei deputati abruzzesi  D’Alessandro-Pezzopane.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0